Cerca

Idea contro i parcheggi selvaggi Vuoi il posto? Prendi l'handicap

L'inziativa del comune di San Giovanni Rotondo irrita il padre di un disabile: è indecente. E voi? Dite cosa ne pensate

Idea contro i parcheggi selvaggi Vuoi il posto? Prendi l'handicap
"Vuoi il mio posto? Prendi anche il mio handicap". Per protestare contro questa scritta apparsa sui cartelli fatti affiggere dal Comune di San Giovanni Rotondo come deterrente per evitare che alcuni automobilisti occupino i posti riservati ai portatori di handicap, un padre, Mario Angeletti, che ha un figlio disabile romano, ha presentato un esposto. Vuole che quei cartelli vengano rimossi perché ritiene che quella scritta sia «indecente e discriminatoria», lesiva della «dignità e del decoro di tutti coloro che, pur essendo portatori di handicap non devono essere etichettati come handicappati».

Il signor Angeletti – fanno presente i suoi avvocati, Lorenzo Amore e Giacinto Canzona – «vanta (e non si vergogna come suggerirebbe la scritta) di avere un figlio disabile».  La scritta sui cartelli fatti affiggere dal Comune di San Govanni Rotondo, dove ogni giorno arrivano migliaia di pellegrini che vanno a pregare sulla tomba di San Pio, appare, secondo i legali, come «una vera e propria minaccia» che «suona quasi come una scomunica medievale per i pellegrini che vogliono fare i furbettì di turno e parcheggiare la propria vettura senza pagare il costoso parcheggione ideato apposta dagli amministratori locali per fare cassa».

"Un monito che finisce per turbare la sensibilità proprio di coloro che dovrebbero essere tutelati dalle strisce gialle" poiché sembra che «lo stato di portatore di handicap è quasi una maledizione del cielo, anzi, è come la peggiore condanna che si possa paventare/infliggere al trasgressore, peggio della multa, peggio della perdita dei due punti sulla patente e persino peggio pure della rimozione dell’auto".




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Joe1957

    07 Ottobre 2011 - 13:01

    Raramente si leggono post molto equilibrati e di buon senso come il suo. Grazie.

    Report

    Rispondi

  • buzzy50

    06 Ottobre 2011 - 21:09

    Sono un disabile e questi cartelli di sensibilizzazione qui al nord sono anni che ci sono e hanno dato i loro frutti. Dico a quel signore di S. Giovanni Rotondo che dovrebbe ringraziare il comune per quello che fa. A chi ne approfitta dei parcheggi riservati non dovrebbero solo dargli la contravvenzione,la rimozione del veicolo e il decurtamento punti patente ma magari romprgli le gambine e mandarlo in giro in carrozzella x qualche mesetto.........solo x capire cosa vuol dire essere disabili. P.S Il parcheggio x i disabili nn è un diritto ma una necessità

    Report

    Rispondi

  • NMRIC

    06 Ottobre 2011 - 18:06

    AAHHAHAHHAHHA............. tutti un cicinin rincretiniti eh ?

    Report

    Rispondi

  • prt

    06 Ottobre 2011 - 18:06

    Si capisco che non va bene porre l' handicap come la peggiore delle punizioni del mondo....E' peggio essere cattivi e non conoscere l'amore o il rispetto per gli altri!, ma l'handicap è' una condizione di difficoltà pratica a fare le cose della vita quotidiana...anche se molti riescono ad adattarsi a molte attività conj successo. Quindi il cartello e' meglio toglierlo perche' cosi' appare offensivo, ma va trovato un modo per sensibilizzare la gente a capire che occupare il posto di un disabile significa che questa persona deve fare una immane fatica...con grandi difficolta' per trovare il modo di raggiungere la meta prefissata...io scriverei piuttosto: ".....chi suba il posto a un disabile è un egoista che provoca disagi e sofferenze....,E quindi si debba vergognare"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog