Cerca

Papà Knox come Stranamore "Aspettiamo Raffaele a Seattle"

Il padre di Amanda invita Sollecito a far visita a sua figlia: "Non so se si siano già sentiti, ma sarebbe bello per loro rivedersi"

Papà Knox come Stranamore  "Aspettiamo Raffaele a Seattle"
E adesso il padre di Amanda Knox si improvvisa Dott. Stranamore. A tre giorni dal ritorno della figlia negli Stati Uniti, Curtis Knox rivela ai giornalisti la possibilità di un incontro tra gli ex fidanzatini Raffaele e Amanda a seguito di un invito a Seattle da parte della famiglia della studentessa americana. "Raffaele potrebbe farci visita qui a Seattle: sarebbe bello per loro rivedersi".

Ma le indescrizioni del padre della Knox non si fermano qui: "Non so se si siano sentiti per telefono - ha spiegato, interpellato dalla Cnn - So che anche lui adesso vuole passare il maggior tempo possibile con la sua famiglia".

Dopo quattro anni Amanda e Raffaele, seperati dalle sbarre della prigione, potrebbero di nuovo stare assieme, come prima di quel 1 novembre 2007 che ha cambiato loro la vita. Ma a raffreddare le speranze di un ritorno di fiamma ci pensa Chris Mellas, padrigno di Amanda: "La loro storia si è trasformata in un inferno. Adesso tutti e due devono e vogliono passare del tempo con le loro famiglie. Non hanno bisogno di parlare proprio ora. Sicuramente resteranno amici e probabilmente presto potrebbero parlarsi, se non altro in chat". 






Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nlevis

    10 Ottobre 2011 - 10:10

    se due ragazzi, accomunati da una tragedia, si potessero incontrare? Hanno trascorso pochi giorni insieme,e sognavano una storia sentimentale : sono stati travolti, per sempre, da una vicenda drammatica. E' vero sono liberi perchè... la giustizia italiana da sempre una seconda ed una terza possibilità: ma quando? Alle calende greche? Una giustizia che si para il fondo schiena dicendoti: vedi, in fondo siamo giusti, col tempo vi abbiamo reso la libertà! Spero che la famiglia di Meredit possa conoscere la verità e comprendere che non è giusto che paghino degli innocenti, ma questo loro lo sanno già perchè stanno soffrendo .

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    07 Ottobre 2011 - 22:10

    Raffaele vattene da questa Italia dove la giustizia è tutta soggettiva a seconda da chi ti deve inquisire e giudicare. Abbattemmo il fascismo,quello che portava la camicia nera e non ci accorgemmo che dietro quelle camice nere ve ne erano di peggiori e piu pericolose.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    07 Ottobre 2011 - 14:02

    li metterei tutti e due alla forca.E poi davvero à convinto che la figlia è innocente??

    Report

    Rispondi

  • aio_puer

    07 Ottobre 2011 - 14:02

    Che bello, vedere i due piccioncini, maltrattati dalla giustizia levantina di casa nostra, tornati in libertà, candidi come colombe, festeggiare, trovarsi, far cassa, con tanto di tv, giornalisti, dollari, bandiere, cow boy, mignotte. L'Italia è davvero il Belpaese, lo credo bene che tutti vogliano venire qui. Certo, che qualcuno deve pur pagare, ma solo solo gli imbecilli, a pagare o a morire. Gli altri se la godono!

    Report

    Rispondi

blog