Cerca

"Niente arresto per Lavitola" Aveva ragione il pm pro-Cav

Alleggerita la posizione dell'imprenditore, ancora latitante a Panama. Nei prossimi giorni si valuterà la posizione del premier

"Niente arresto per Lavitola" Aveva ragione il pm pro-Cav
Niente arresto per Valter Lavitola. Il procuratore aggiunto di Bari, Pasquale Draghi, a cui per competenza sono stati trasmessi gli atti dell'inchiesta nata a Napoli.  ha chiesto al Gip la revoca delle misure cautelari per Valter Lavitola. Il faccendiere, editore de L'Avanti e  lancora latitante a Panama rimane accusato del reato di induzione alla falsa testimonianza, ma, secondo il magistrato barese, non sarebbe più necessario arrestarlo. Intanto, la Procura di Roma continua ad indagare. I magistrati della capitale sospettano che Lavitola abbia estorto 500 mila euro a Silvio Berlusconi. Per i prossimi giorni, è previsto un incontro tra i magistrati baresi e quelli romani, per fare il punto sulle indagini.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    10 Ottobre 2011 - 12:12

    Come ho sempre postato,negli Usa questi"Magistrati"sarebbero licenziati in tronco,senza pensione ed indagati e condannati a rimborsare le vittime,ma con un Csm Politicizzato e Consulta con 11 membri a 3 a sfavore sella maggioranza che speranze ci sono solo per affrontare l'argomento?Resta solo"George"ma a quanto s'è visto sa fare solo soloneria e rimbrotti,ma come la Regina si guarda nello specchio ma solo rimbrotta:SMEmo d’essere stato sino ad ieri Comunista che con strabismo verso L'Urss e Mosca al naso:intanto,ci puntavano contro serie di missili nucleari in cambio di miliardi dollari al Pci.

    Report

    Rispondi

blog