Cerca

Rai, radicali si incatenano

davanti alla Vigilanza

Rai, radicali si incatenano
È bagarre tra il leader dei Radicali Marco Pannella e i deputati di Pdl e Lega: insieme ad un drappello di esponenti radicali, Pannella ha bloccato uno degli ingressi di Palazzo San Macuto, sede delle Commissioni parlamentari per protesta contro la situazione del mondo dell'informazione e per il procedere a rilento dei lavori della Commissione di Vigilanza Rai.
Alcuni parlamentari, tra i quali Sergio D'Elia, Marco Beltrandi, Maurizio Turco, Maria Antonietta Coscioni e Rita Bernardini, si sono incatenati davanti al portone del palazzo d'epoca. All'iniziativa prende parte anche Emma Bonino. Ma la modalità di protesta di Pannella non è stata molto gradita dagli esponenti della maggioranza, e in particolar modo non è piaciuta alle deputate del Pdl Barbara Mannucci e Barbara Saltamartini, che hanno immediatamente organizzato un contro-picchetto e animato un'accesa discussione con lo stesso Pannella. Le due parlamentari, attese alla riunione della Commissione Infanzia, contestano ai Radicali l'impedimento all'ingresso alle Commissioni parlamentari. Dopo un preavviso dato al leader radicale, cui lo stesso Pannella ha risposto ribadendo la sua determinazione, la polizia è intervenuta per aprire con la forza un corridoio tra i manifestanti per consentire l'ingresso al palazzo. "La nostra protesta andrà avanti fino a quando non ci sarà una risposta delle istituzioni alle questioni sollevate dal partito di Marco Pannella sulla situazione del sistema dell'informazione", hanno fatto sapere i manifestanti; "quello che diamo è un piccolo fastidio, noi non abbiamo costruito l'ingresso a San Macuto, ma solo uno degli ingressi", ha aggiunto Pannella. La replica di Mannucci e Saltamartini: "Voi avete tutte le ragioni, ma deve essere rispettato anche il nostro diritto di entrare per svolgere le nostre funzioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ghorio

    12 Marzo 2009 - 16:04

    Le battaglie dei radicali sono sempre coreografiche, anche se, a volte, per esempio su questioni di politica estera, sollevano problemi reali, considerato che le corripsondenze dall'estero dei giornali, in era internet, sono molto, molto deficitarie. Sinceramente non conosco nel dettaglio la questione sollevata da questo partito"sulla situazione del sistema dell'informazione". Certo è che se tutto e legato ai lavori della Commissione di vigilanza della Rai, non mi pare che questa commissione abbia poteri determinanti sulla situazione del sistema dell'informazione televisiva. Personalmente suggerirei una proposta a Pannella e compagni, quella di battersi per la privatizzazione della Rai, il cui ruolo di servizio pubblico è nullo. Non solo: l'informazione politica, comprese le più note trasmissioni, pubblicizzate, in modo strano, dalla stampa quotidiana, è sicuramente carente. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

  • dondolino

    12 Marzo 2009 - 11:11

    invece di dire delle cazzate per cui sei preposto al 100% approvate tutto cio che berlusconi dice e non rompete piu' attenti cosi' facendo presto sarete a casa senza nessuno stipendio.

    Report

    Rispondi

  • vidya

    12 Marzo 2009 - 11:11

    Speriamo che intervenga subito la polizia, difatti è ben noto quanto facciano male I RADICALI LIBERI

    Report

    Rispondi

blog