Cerca

Un agente segreto rivela: Prete sapeva dov'era Elisa

Un ex barba finta del Sisde afferma: avevamo già individuato in Restivo il colpevole e qualcuno sapeva che il corpo era in chiesa

Un agente segreto rivela: Prete sapeva dov'era Elisa
Un ex agente del Sisde, il vecchio servizio segreto civile, si occupò dell’omicidio di Elisa Claps del 1993. E firmò un dossier che nel 1997 svelava la verità sul delitto. Lo rivela la Gazzetta del Mezzogiorno: «La ragazza era stata uccisa dalla persona verso cui venivano condotte le indagini» La Gazzetta ha rintracciato in una località che per motivi di sicurezza non rivle, l'ex barba finta che ha detto: "Un prete sapeva dell'omicidio".

Seppure senza mai scriverne il nome, gli 007 nel 1997 puntarono il dito contro Danilo Restivo (in quel momento indagato per il reato di «false informazioni rese al Pubblico ministero»), condannato recentemente all’ergastolo in Inghilterra per il delitto della sarta Heather Barnett e da sempre il sospettato numero uno per l’omicidio Claps. Ma nel trovare conferme gli agenti del Sisde appresero anche altro. Anche che la ragazza poteva trovarsi nella chiesa.

«Il succo dell’informativa è che la scomparsa della ragazza era dovuta al fatto che la Claps era stata uccisa a Potenza. E che il presunto autore era la persona sempre considerata tale. L’informativa diceva che Elisa era stata uccisa il giorno stesso della scomparsa, il 12 settembre del 1993. Ce ne occupammo perché avevamo un informatore e per dare degli input agli investigatori. E all’epoca c’era già un’altra ipotesi: qualcuno sapeva che il delitto era avvenuto in chiesa. «Noi parlammo di un personaggio a latere. Una persona che doveva sapere dell’uccisione».
Un personaggio a latere? «Ma sì, diciamo che era un prete».

In quel dossier - scrive la Gazzetta - c’era comunque quanto bastava per risolvere il mistero di Elisa e per attirare l’attenzione sulla chiesa della Trinità. Quell’informativa, però, non arrivò mai agli investigatori dell’epoca. Ed Elisa è stata ritrovata ufficialmente solo il 17 marzo del 2010. Ben 17 anni dopo il giorno dell’omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    26 Ottobre 2011 - 11:11

    da sempre si è pensato questo

    Report

    Rispondi

  • Delta7

    25 Ottobre 2011 - 17:05

    ... da un paio d'anni quale sarebbe stata la cinquina estratta al Lotto sabato scarso sulla ruota di Milano... ma non l'ho mai detto BASTA BISCHERATE !!!!!

    Report

    Rispondi

blog