Cerca

Così cambiano le pensioni Leggete quando tocca a voi

Uomini e donne, settore privato e pubblico impiego. Ecco come cambia il sistema dopo la riforma previdenziale prevista dal governo Berlusconi

Così cambiano le pensioni Leggete quando tocca a voi
Il nostro governo è stato appeso alle pensioni fino a quando Bossi ha "aperto" all'innalzamento progressivo dell'età pensionabile. Mantenendo il suo no al ritocco delle pensioni di anzianità. Molti lavoratori, soprattutto quelli che sono molto vicini, al traguardo della pensione si chiedono che cosa ne sarà di loro. La lettera che Berlusconi ha presentato in Europa richiama l'entrata a regime del sistema delle quote introdotte dalla riforma Damiano che dal 2013 chiederà 62 anni per conquistare il requisito. Per aiutarvi a capire quando maturerete il diritto al vitalizio, pubblichiamo due tabelle (una per i lavoratori e le lavoratrici del pubblico impiego, l'altra per le lavoratrici del settore privato) realizzata dal Sole 24 ore.



Guida alla lettura - Partendo dalla data di nascita si può individuare sia la data di pensionamento effettivo in base alla prima modalità utile sia per l'anzianità (fondo bianco) che per la vecchiaia (fondo scuro), in base all'etè di ingresso nel mondo di lavoro.  Per le donne del settore privato, i calcoli ipotizzano che sia tradotta in pratica l'ipotesi di anticipare al periodo 2012-2024  (invece che dal 2014 al 2026, come previsto finora) il meccanismo che porta a 65 anni l'età per la pensione di vecchiaia.  Per i lavoratori autonomi le date di anzianità in base alle quote vanno aumentate di una unità perché il requisito anagrafico richiede un anno in più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    21 Novembre 2011 - 12:12

    Mi sa tanto che dovro' lavorare anche da morto.

    Report

    Rispondi

  • miomao57

    28 Ottobre 2011 - 21:09

    Aggiungo a quanto detto sulle pensioni, che con le finestre d'uscita ( 12 mesi x dipendenti o 18 mesi per gli autonomi) chi maturerà i 40 di anzianità a fine carriera regalerà allo stato, a seconda dell'importo mensile dai 13.000,00 € ai 27.000,00 € ALLO STATO. Alla faccia dei contributi ......

    Report

    Rispondi

  • miomao57

    28 Ottobre 2011 - 21:09

    Ci sono state parecchie discussioni sulla pensione di anzianità con i 40 anni di contributi, bene bisognerebbe spiegare che in prospettiva non molto lontana, per le finanze previdenziali è un falso problema. Si dice che non è giusto andare in pens. a 55/58 anni d'età. Bene ... chi ci va a questa età ( con i 40 anni di contributi ) vuol dire che ha iniziato a lavorare in giovane età, magari senza fare le scuole superiori, o chi magari, come il sottoscritto, studiando la sera e lavorando 9 ore di giorno ! Quindi considerando che da qualche tempo i giovani iniziano a lavorare a 18/19 anni minimo (superiori) o a 26/28 ( università) questi ben che vada andranno in pensione a 58/59 anni o a 66/68 se non recuperano pagando gli anni scolastici. Quindi abolendo la pens. di anzianità dei 40 anni non si avrebbe nessun beneficio per gli anni futuri per la finanza previdenziale. Bisogna poi ricordare che di fatto (finestre d'uscita) i 40 passano a 41 per i dipendenti e 42 per gli autonomi.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    28 Ottobre 2011 - 19:07

    e adesso la fregatura: ti mando in pensione più tardi, così vivi di meno e quindi la pensione dura meno. Generazioni di ladri, che sapevano benissimo che il sistema pensionistico era squilibrato al limite della truffa, hanno continuato a distribuire baby pensioni e vitalizi per assicurarsi voti per poter continuare a rubare. E adesso, che la festa è finita, chi si trova nel guado è fregato. Per i neo assunti non possono nemmeno decidere di non trattenere quote per la pensione: senza quelle quote gli attuali pensionati ed i pensionandi a breve-medio termine non potrebbero avere la pensione! Mentre loro continuano ad avere vitalizi con soli 5 anni di legislatura! Ma che cosa si aspetta a rivoltarsi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog