Cerca

Le Iene: 40 auto blu al Coni

per ritirare i biglietti gratis

Le Iene: 40 auto blu al Coni

In fila per avere il biglietto gratis della partita di Champions Roma - Arsenal. In tutto quaranta auto blu in servizio sono state utilizzate per ritirare i tagliandi presso la sede del Coni. Il tutto è stato documentato dalle telecamere delle 'Iene' che stasera alle 21, su Italia 1, manderanno in onda il servizio. Le Iene si sono appostate con fotografo e camera nascosta davanti alla sede del Coni, a due passi dallo Stadio Olimpico, il giorno della partita. Una collaboratrice si è finta una giornalista di un'emittente romana intenta a capire quali personalità avrebbero riempito in serata la tribuna d'onore. E le sorprese non sono mancate. "Il Ministro Renato Brunetta sta cercando di combattere gli sprechi nella pubblica amministrazione", si legge in una nota dello show, " uno dei più emblematici è l'abuso delle auto blu, ovvero macchine pagate con soldi pubblici e che dovrebbero servire a soddisfare interessi statali.

Per verificare se è proprio così, mercoledì 11 marzo c'è stato un bel banco di prova: l'attesissima partita di “Roma-Arsenal”.

Le Iene si sono dette: sicuramente i politici manderanno parenti, amici o al massimo un pony express a ritirarli. Mica utilizzeranno la auto blu, quelle pagate dai cittadini?

Per accertare che sia proprio così, le Iene si appostate con tanto di fotografo e camera nascosta davanti alla sede del Coni, a due passi dallo Stadio Olimpico, il giorno della partita. Una complice si è finta una giornalista di un’emittente romana intenta a capire quali personalità avrebbero riempito in serata la tribuna d’onore. Ecco che arriva la prima auto blu con tanto di sirena; l'autista torna con una busta in mano, ma è muto come un pesce.


A poco a poco arrivano auto blu di tutti i tipi, italiane, straniere, con lampeggiante o paletta. Tutti acqua in bocca, ma i contrassegni sulle auto tradiscono gli autisti.

Dopo un po' qualcuno si sbottona. Gli autisti ammettono, anche se non fanno nomi, che i biglietti sono per il Ministero delle finanze, per la Camera dei Deputati, per alcuni Ministri o Deputati, per la Presidenza del Consiglio.

E per concludere c'è chi fa nomi e cognomi di chi ha mandato a ritirare il biglietti con le auto blu: il sottosegretario del Lavoro Pasquale Viespoli e il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, che puntuali in serata verranno immortalati dai fotografi durante Roma Arsenal all’Olimpico in tribuna Monte Mario.

E quando non sono gli autisti a parlare bastano i contrassegni, ripresi accuratamente dalle telecamere, che citano testualmente: “Sevizio di Stato”, “Camera dei Deputati”, “Senato della Repubblica 2008”, “Palazzo Chigi Presidenza del Consiglio dei Ministri”, “Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro”, e ancora “Camera dei Deputati” ma della XV legislatura” e “Presidenza del Consiglio Galleria Alberto Sord”.

Se mancano i contrassegni, ci sono le palette esposte dagli autisti delle auto blu. Tra quelle riprese si distinguono: la paletta della polizia regionale del Lazio, quella del Ministero dell'Economia e delle Finanze, del Ministero dell'Interno.

In 6 ore davanti al Coni, sono state immortalate più di 40 auto blu venute a ritirare i biglietti per la partita. Di tutte, chiaramente, sono state annotate scrupolosamente modello e targa.

Le Iene, ovviamente, sono a disposizione nel caso il Ministro Brunetta volesse intervenire contro questi sprechi operati dei suoi colleghi".

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    16 Marzo 2009 - 11:11

    nella stessa puntata delle iene, un servizio sui "signori" della gleba che per vedere una squadra di calcio, pensano alla fine di mandare una macchina a nostre spese per prendere dei biglietti pagati a nostre spese con autisti a nostre spese.....dall'altra parte il pane della "camorra" fatto in posti dove i maiali si vomiterebbero l'anima per non viverci....con legna presa da bare.....(nemmeno da morti la pace è con noi) pedane trattate chimicamente usate come combustibile! Siam messi in mezzo a queste due italie: governati da capitani del titanic che si fan suonare l'orchestra a spese nostre (sarebbero da mandare a lavorare la terra a mani nude) e assassini che ci intossicano con farine di provenienza sconosciuta in mezzo a porcherie e guadagnandoci sopra...la nostra salute. Gente costretta a lavorare veleno per vivere anzi sopravvivere, a nostre spese. Che paesaggio desolante inquietante e soprattutto spaventoso. Una rivoluzione pulirebbe il piccolo mondo italiano? non credo ma certo che una classe politica simile che strepita la mattina, dietro le quinte ci accoltella senza versare una lacrima. Abbiamo solo un modo di liberarci di questi omini.....mandiamoli a casa. Facciamogli fare un esame per diventare politici, e un contratto in cui si impegnano a mantenere un rigore economico e morale degne dell'incarico. Se non lo firmi, non concorri. La democrazia quando è a questi livelli è peggio della dittatura.

    Report

    Rispondi

  • enricosecondo

    14 Marzo 2009 - 11:11

    Finchè legittimeremo con il voto questa casta spregevole e vorace che non si ferma davanti a niente e nessuno per soddisfare i suoi appettiti non cambierà mai nulla. Questa gente dovrebbe pagare adesso questo vero e proprio ladrocinio a spese del contrib uente, poca cosa rispetto agli altri innumerevoli sprechi, ma basta una goccia per far traboccare il vaso. Bisognerebbe andare veramente con i forconi davanti ai palazzi del potere e stanare gli sciacalli che sperperano le nostre fatiche. Italiani, concittadini disertate le urne e delegittimate chi di voi se ne fa beffe.

    Report

    Rispondi

  • jack1980

    14 Marzo 2009 - 11:11

    Ma oltre che uno spreco di soldi pubblici(cioè i nostri), non è anche un reato utilizzare le auto blu per queste cose? E se non lo è, dovrebbe esserlo!

    Report

    Rispondi

  • GBalsamo

    13 Marzo 2009 - 20:08

    vediamo se applicano anche a loro i provvedimenti brunetta.....sti paraculi.....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog