Cerca

Liguria, torna l'incubo alluvione Evacuate le Cinque Terre

Previste nuova ondata di maltempo nelle zone già colpite dal nubifragio. Sgomberati Borghetto Vara e Vernazza

Liguria, torna l'incubo alluvione Evacuate le Cinque Terre
Stato di allerta per le zone già colpite dalle alluvioni dei giorni scorsi. Una nuova ondata di maltempo si sta per abbattare con forti piogge, venti fino a 90 all'ora e mareggiate su Liguria e Toscana che già si stanno preparando per limitare i danni. I sindaci delle Cinque Terre, della Val di Vara e delle altre zone devastate dall'alluvione sono mobilitati insieme alla Protezione civile per evacuare un migliaio di persone. I residenti di Borghetto Vara e Vernazza hanno già fatto le valige e si sono trasferiti nel centro di accoglienza allestito nel palasport di La Spezia.

Liguria - In molti Comuni in previsione dell'aggravarsi delle condizioni meteo, da Sanremo a Taggia, da Ventimiglia a Savona è stata disposta la chiusura delle scuole, per domani e sabato. Il Comune di Genova ha diramato un messaggio di allerta per chiedere alla popolazione di rimanere in casa, di evitare di attraversare o stazionare in prossimità dei corsi d'acqua o sottopassi, di non utilizzare scantinati o seminterrati, di evitare nelle prossime 48 ore di utilizzare l'auto se non proprio necessario. Nell'area alla foce del Chiaravagna, compresa tra via Ginocchio ad ovest, via Leonardi a nord, via Negrone/via Siffredi a est, via Albareto a sud, bisognerà, inoltre, osservare le seguenti norme comportamentali: non occupare i locali al piano strada o sottostanti il piano strada; non sostare su passerelle e ponti o nei pressi degli argini dei torrenti; predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili collocati in locali allagabili; limitare gli spostamenti a quelli strettamente necessari; non circolare nè sostare con la propria auto. È inoltre attualmente sospeso il mercato di via Dei Costo.
Da questa mattina presso il Coa (Centro operativo automatizzato) della Polizia Municipale, al Matitone, l'assessore comunale alla Protezione Civile, Francesco Scidone, ha convocato il Comitato di Protezione Civile per assumere tutti i provvedimenti che si rendessero necessari e seguire in tempo reale l'evolversi della situazione.

Toscana - A partire dalla mezzanotte di oggi e fino alla serata di domenica, la Sala Operativa Unificata Permanente della Protezione Civile regionale ha adottato lo stato di allerta per pioggia e temporali. Il livello di criticità per rischio idrogeologico e idraulico è previsto elevato per le zone già duramente colpite dall'alluvione della scorsa settimana, dove sono previste precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere temporalesco. Il grado di rischio è maggiore soprattutto a causa delle attuali condizioni di saturazione del terreno. Piogge e temporali di forte intensità sono previste anche nelle aree settentrionali, nelle province di Pistoia, Lucca, Prato e Firenze. Il maltempo interesserà comunque quasi tutta la regione. Si raccomanda massima attenzione lungo le strade montane e nelle zone adiacenti i corsi d'acqua. Tutta la fascia costiera sarà interessata da vento di scirocco di burrasca e da mare agitato (l'allerta meteo in questo caso è moderata a partire dalle ore 6 di domani mattina fino alle 12 di domenica prossima). Alla foce dell'Arno e del Cecina, nella Val di Cornia e nell'Arcipelago sono previste piogge intense. Mare agitato e vento forte interesseranno anche le zone più a sud, sempre a partire dalle prime ore di domani fino a domenica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog