Cerca

No-Tav, fino a un anno di cella Roma, black bloc in libertà

Multa e fino a un anno di galera per chi entra nei cantieri della Torino-Lione. Scontri 15 ottobre, liberi nove su dieci

No-Tav, fino a un anno di cella Roma, black bloc in libertà
Pugno durissimo contro i No-Tav. Rischia infatti un anno di carcere e una multa fino a 309 euro chi entrerà nei cantieri della Torino-Lione nel comune di Chiomonte e nel cunicolo esplorativo de La Maddalena. La norma è prevista nella bozza delle misure per lo sviluppo. Le aree, per consentire il rispetto dei tempi di realizzazione dell'opera, saranno considerate di "interesse strategico nazionale".

Violenti liberi - E intanto dei dieci ragazzi  fermati per gli arresti per gli scontri di Roma del 15 ottobre si è deciso che uno solo deve restare in carcere. Lo ha stabilito il tribunale del riesame che ha concesso gli arresti domiciliari a sette indagati, fino a oggi detenuti a Regina Coeli, e l’obbligo di firma giornaliero alle due ragazze che, invece, erano già ai domiciliari.

Nuovi tafferugli - Nel giorno in cui sono stati liberati nove dei dieci black bloc agli arresti per gli scontri di Roma del 15 ottobre, nella Capitale ci sono stati altri tafferugli tra polizia e studenti. E nella nuova battaglia i genitori si sono schierati al fianco dei teppisti: hanno visto la polizia caricare in televisione e non hanno perso tempo. Hanno raggiunto i loro figli, studenti, che questa mattina hanno sfidato il divieto del Campidoglio manifestando senza autorizzazione con l'obiettivo di "bloccare il traffico, occupazare e assediare un ministero". Gli studenti si erano dati appuntamento questa mattina davanti alle loro rispettive scuole per poi sfilare verso il centro storico nonostante la Questura avesse anche ieri ribadito che "scendere in piazza senza preavviso potrebbe esporre a responsabilità penali, civili ed amministrative".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    04 Novembre 2011 - 18:06

    ...chiesto se ciò succede per pusillanimità,o per la tremarella?...Aggiu famiglia...perchè esporsi al pericolo?!

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    04 Novembre 2011 - 11:11

    A Roma non è successo nulla. Nessuno parla e le prove filmate sono tutte artefatte. Abbiamo la più buona giustizia del mondo, buona tre volte come si dice in lombardia dello sciocco del paese. Asvedommia

    Report

    Rispondi

  • raucher

    04 Novembre 2011 - 10:10

    siamo alle solite.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    04 Novembre 2011 - 10:10

    Come volevasi dimostrare.....tutti a casa, siete stati bravi, continuate così!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog