Cerca

Voleva reagire alla rapina Studente ucciso con un colpo

Appartato in auto con la fidanzata in provincia di Napoli si ribella a due balordi che gli sparano colpendolo alla tempia

Voleva  reagire alla rapina Studente ucciso con un colpo
Ha reagito a un tentativo di rapina ed è stato ucciso con un colpo di pistola. E' morto così Carlo Cannavacciulo, un neo laureato in veterinaria che aveva appena festeggiato il suo onomastico con gli amici a Santa Maria La Carità, in provincia di Napoli. Dopo la festa il giovane decide di appartarsi in auto con la sua fidanzata, una ragazza di 25 anni. Era quasi mezzanotte e a via Ponticelli, una stradina periferica, in campagna, scelta dalle coppie per appartarsi, i due giovani sono stati avvicinati da due banditi armati con il volto coperto. Uno ha rotto il vetro dell'utilitaria, una Panda, intimando a Carlo di scendere. Ma lui reagisce: secondo la ricostruzione delle forze dell' ordine ha ingranato la retromarcia cercando di allontanarsi. Il malvivente armato ha esploso un colpo di pistola contro di lui, ferendolo alla tempia destra. Il giovane è morto prima dell'arrivo dei soccorsi. I due balordi sono scappati a piedi.
Indagini da parte delle forze dell’ordine per risalire all’identità dei malviventi. Attualmente sono in corso interrogatori e posti di blocco in tutta la zona a ridosso di Castellammare di Stabia.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog