Cerca

La scuola finisce troppo presto? Ora c'è il bidello baby-sitter

La campanella non è in sintonia con l'orario degli uffici: le mamme affidano ai collaboratori scolastici i pupi. Con 15 euro al mese in nero

La scuola finisce troppo presto? Ora c'è il bidello baby-sitter
Chi è mamma può capire: al mattino il capufficio ti aspetta, ma la campanella della scuola suona più tardi. Al pomeriggio accade il contrario: la scuola finisce ma tu sei ancora al lavoro, o bloccata nel traffico. E il pupo? Dove lo metto? Le soluzioni sono molteplici. C'è chi si affida a una tata e chi vive a scrocco, cioè sfrutta le mamme che non lavorano chiedendo loro se possono, gentilmente, ritirare anche il proprio pargolo. Il punto è che non sempre le altre mamme sono disponibili (vuoi lavorare? Hai i soldi? E allora pagati una tata..) o che l'amato pupetto si mette di traverso, punta i piedi, sgrana gli occhi e urla: "No con te non ci vengo".

Un gruppo di genitori di Livorno hanno trovato una soluzione alternativa, inventando anche una nuova figura professionale: il bidello-baby sitter.  A guardare i bambini a scuola, prima e dopo le lezioni, ci pensano le stesse bidelle, pagate non dallo Stato, ma dai genitori, che hanno chiesto ai custodi di fare da tata ai loro piccoli. Quindici euro al mese e il problema è risolto. Il bimbo non frigna e le mamme non si stressano.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    11 Novembre 2011 - 12:12

    E' una parola solo meridionale che al Nord non si usa mai. Smettiamola con queste intrusioni nella lingua, anche perché già i meridionali parlano come negri ubriachi. A leggera la parola loro la dicono 'bubi', il mio bubo, la sua 'buba'. cioè 'gome se l'idaliano fosse una lingua da buddare'

    Report

    Rispondi

  • blues188

    11 Novembre 2011 - 12:12

    E' una parola solo meridionale che al Nord non si usa mai. Smettiamola con queste intrusioni nella lingua, anche perché già i meridionali parlano come negri ubriachi. A leggera la parola loro la dicono 'bubi', il mio bubo, la sua 'buba'. cioè 'gome se l'idaliano fosse una lingua da buddare'

    Report

    Rispondi

  • aifide

    10 Novembre 2011 - 19:07

    Ma come sarebbe? Collaboratori scolastici, dipendenti dello Stato, pagati in nero per il servizio di baby sitting in edifici pubblici? E il Dirigente cosa fa? E la guardia di Fiananza? E su succede qualcosa a quei bambini durante la sorveglianza in nero chi paga?

    Report

    Rispondi

blog