Cerca

Sesso e scappatelle sul web Silvio diventa "testimonial"

"Noi non l'avremmo mai tradita". E' lo spot dedicato a Berlusconi per pubblicizzare un portale di incontri extra coniugali

Sesso e scappatelle sul web Silvio diventa "testimonial"
"Noi non l'avremmo mai tradita". Recita così il cartellone gigantesco che è apparso questa notte in pieno centro a Milano (via Senato) per poi essere prontamente rimosso all'alba. La frase non poteva che essere dedicata all'ormai ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. E infatti sul poster compariva il faccione solare del Cavaliere in dimensoni quasi reali. Un addio degli affezionati? Non proprio. In questo periodo, gli spot che utilizzano l'immagine di Silvio come testimonial involontario per farsi pubblicità, spuntano come funghi e questo ne è un ottimo esempio. Così, dopo la bionda che ammicca con "un Bye Bye Mr President" per sponsorizzare una nota marca di intimo e dopo la compagnia aerea Ryanair che offriva dei voli speciali ironizzando sull'ex premier (Silvio scappa con noi), questa volta è il turno di Ashley Madison, il sito di incontri extra coniugali recentemente lanciato in Italia dall'ex procuratore sportivo Noel Biderman.

Le scappatelle segrete -
Il sito ha grande successo: 200mila iscritti solo il primo giorno (77mila a Roma, 43mila a Milano). La piattaforma, seconda solo a Facebook tra i social network, conta 11 milioni di utenti in 16 nazioni. L'idea nasce dall'esperienza di Biderman con i giocatori di pallacanestro americani, ai quali ha garantito estrema riservatezza per le loro "scappatelle" extraconiugali. L'iniziativa milanese, comunque, non era autorizzata: infatti il poster è stato subito fatto sparire. Eppure Biderman la meditava da un po': "Prima di sbarcare nel vostro Paese – aveva dichiarato Biderman – avevo bisogno di espandermi e di consolidare il marchio. Certo, le vicende di Berlusconi mi hanno ispirato... quale slogan migliore del bunga-bunga? Stiamo cercando un accordo e abbiamo assoldato i migliori legali".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog