Cerca

Tensione alla 'Sapienza'

Scontri tra polizia e studenti

Tensione alla 'Sapienza'
Momenti di tensione all'università La Sapienza di Roma, quando i 300 studenti dell'Onda che avevano filato in corteo all'interno dell'ateneo hanno tentato di uscire dalla città universitaria e di forzare il cordone di poliziotti e carabinieri, violando il protocollo sulle manifestazioni pubbliche. Le forze dell'ordine, però, hanno caricato gli studenti respingendoli all'interno dell'università. Alla carica i dimostranti hanno risposto con un lancio di oggetti, tra cui bottiglie, scarpe, pietre e cestini in ferro.
I poliziotti hanno risposto caricandoli. Ora dimostranti e forze dell'ordine si stanno fronteggiando. Secondo i manifestanti nel corso della cariche alcuni dimostranti sono rimasti feriti. Alla fine i trecento ragazzi hanno desistito dal dare vita ad un corteo esterno e si sono radunati sulla scalinata del rettorato per un sit-in. Accanto a loro campeggia lo striscione con lo slogan" Sciopero in Onda, libertà in movimento". L'Onda ha aderito allo sciopero indetto dalla Flc-Cgil "contro i tagli all'istruzione operati dal Governo". Tra gli slogan, "fuori i fascisti dall'università", "contro la fine dell'istruzione pubblica» e «l'Onda è tornata ed è ancora più arrabbiata". Alle 14 la calma è tornata in ateneo.
"Volevamo uscire in corteo per andare a lanciare pantofole contro la sede del ministero dell'Economia, come hanno fatto gli studenti francesi una settimana fa", ha raccontato uno studente dell'Onda, sottolineando il "legame europeo" che si sta via via creando "tra i vari movimenti studenteschi". Il gesto ricorda soprattutto quello del giornalista iracheno che nel corso di una conferenza stampa lanciò le sue scarpe contro l'ex presidente Usa George W. Bush.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    18 Marzo 2009 - 19:07

    Epifani, ha ragione nel dire: La scuola Italiana non è all altezza delle sfide chi i giovani hanno di fronte! In sostanza, mica hanno alle spalle un Sindacato, per arrivare con pari opportunità di comodo di ricevere da ignoranti il sei Politico perché genuflessi alla causa d attivarsi, come punta di diamante di Piazze in poche parole il casinista che traina i cortei, alla Caruso, Agnoletto, Casarin e Kompagnuzzi vari! Io, nei miei 24 anni di dirigente Rsu, ne ho conosciuti a bizzeffe di questi bravi guaglioni o carusieddi Pensate che un Nazionale superiore ad Epifani, non aveva nemmeno la licenza alimentari per cucinarsi due uova al tegamino! Ma s imboscò diventò ff a funzionario fregando il posto a chi aveva studiato anche col sei Politico! Ora Epifania vuole l Epifania:assegno a studenti incapaci e disoccupati?vincenzoaliasilcontadino@gmail.com Matera

    Report

    Rispondi

blog