Cerca

Benzinaio reagisce al ladro: morto accoltellato a Vicenza

L'uomo ha avuto una breve collutazione con il malvivente che volera rubargli l'incasso. Lui tira fuori l'arma e gliela pianta in petto

Benzinaio reagisce al ladro: morto accoltellato a Vicenza
Dramma a Thiene, in provincia di Vicenza. Un benzinaio è rimasto ucciso dopo aver tentato di reagire a una rapina al suo distributore Esso in viale Europa. Il rapinatore è entrato nel gabiotto con l'intenzione di rubargli l'incasso, ma il titolare della pompa ha reagito colpendolo con una mazza. Il balordo che aveva già in mano un coltello gli ha sferrato due coltellate letali in pieno petto e una alla gamba, lasciandolo in fin di vita. Immediatamente sono arrivate sul posto due ambulanze e i carabinieri. L'uomo  è deceduto nonostante il tentativo prolungato dei medici del  118 di rianimarlo. Giunto in condizioni disperate al pronto soccorso di Vicenza, è morto poco dopo. Secondo le prime informazioni, il malvivente avrebbe agito da solo e sarebbe poi fuggito a bordo di un'auto. Non si sa al momento se abbia con sè il bottino. Il benzinaio si chiamava Francesco Zoppello, aveva 49 anni, era originario di Zanè (Vicenza). Lascia la moglie e due figli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    18 Novembre 2011 - 20:08

    secondo me trattasi della spazzatura straniera e/o feccia con "permesso umanitario" che scioccamente abbiamo raccattato a orde. Adesso non si possono espellere e ci divertiremo un mondo. Al diavolo chi ha permesso questo cancro multiculturale...ci hanno eletti a mondezzaio delle peggiori etnìe.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    18 Novembre 2011 - 19:07

    speriamo che il ladro, poveretto, non si sia fatto male, altrimenti sarebbero guai seri !

    Report

    Rispondi

blog