Cerca

Napolitano striglia i magistrati "Serve più rigore nei costumi"

Il presidente al Csm: "C'è bisogno di un valido codice deontologico". Da quando Berlusconi si è defilato, è cambiato il vento

Napolitano striglia i magistrati "Serve più rigore nei costumi"
Ora che Silvio Berlusconi non è più al centro della vita politica italiana, è proprio un altro clima. Anche e soprattutto per la giustizia, dove tutti si trovano magicamente d'accordo: i magistrati devono cambiare. L'indirizzo lo dà, dall'alto, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, intervenuto insieme  al neo ministro della Giustizia Paola Severino al Csm per la cerimonia di insediamento del comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura. Il presidente ha parlato della necessità di un "confronto costruttivo" tra tutti gli operatori della giustizia "per recuperare l'efficienza del sistema". E ancora del bisogno di un "valido codice deontologico" per "affermare il necessario rigore nel costume e nei comportamenti del magistrato". Un'indicazione o forse un allarme, dopo mesi di fughe di notizie e spifferi dai palazzi di giustizia il più delle volte mirati a colpire indagati piuttosto ingombranti, Cavaliere in testa. Napolitano non a caso ha fatto riferimento all'importanza della formazione dei futuri magistrati, attraverso una scuola il cui compito sarà "non solo arricchire le conoscenze ma anche stimolare la consapevolezza dello strettissimo nesso che intercorre tra la tutela dell'indipendenza della magistratura e la qualità del servizio offerto ai cittadini". Il codice deontologico servirà ad "affermare il necessario rigore nel costume e nei comportamenti del magistrato". Una boccata d'ossigento, dopo tempi in cui era il magistrato ad interessarsi di costume e comportamenti privati degli indagati anche in assenza di ipotesi di reato.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alfi1983

    25 Novembre 2011 - 11:11

    sembra che siamo diventati tutti imbecilli ! Quando lo diceva il governo Berlusconi, ' i sinistri ' tutti a dargli addosso motivando leggi ad personam ...... adesso che il superpartes Mr President Napolitano, invoca la riforma della giustizia, tutti con il cappello in mano. povera Italia, Mr President !!

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    25 Novembre 2011 - 09:09

    E' tutto fumo negli occhi per i tapini che ci credono.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    24 Novembre 2011 - 23:11

    ...bellezza,che sia l'ultimo canto del cigno?

    Report

    Rispondi

  • lorenzovan

    24 Novembre 2011 - 15:03

    colpo di stato..o colpo di sole che hai preso ?? bella poi la frase #"distratto dai compiti istituzionali.." ma non e' che si distraeva da solo ?? anche per colpa dei magistrati si addormentava nelle riunioni internazionali..dove si decide anche il futuro del nostro paese?? he si...le telecamere che lo riprendevano a sonnecchiare erano proprio "Komuniste"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog