Cerca

Napolitano vittima dei No Tav Auto blu presa a bastonate

Il Capo dello Stato all'inaugurazione della nuova stazione di Roma Tiburtina. Tra caos e proteste contro l'alta velocità

Napolitano vittima dei No Tav Auto blu presa a bastonate
Si è scagliato contro l'auto blu del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ed ha inziato a prendere a bastonate il parabrezza. Attimi di tensione, nella mattinata di lunedì, fuori la stazione di Roma Tiburtina, dove si è tenuta l'inaugurazione del nuovo scalo ferroviario. Ma l'uomo non era il solo, un gruppo di circa 200 persone, tra no Tav, dipendenti del servizio notturno di Fs e rappresentanti dei comitati di quartiere hanno manifestato a margine dell'evento contro l'arrivo dell'alta velocità. I no Tav hanno anche cercato di forzare il cordone degli agenti di polizia che presiediava l'area, ma sono stati bloccati all'altezza di piazzale delle Crociate e hanno perciò ripiegato, scortati, verso l'università La Sapienza.

L'inaugurazione - E' stato, infatti, lo stesso Napolitano a inaugurare la nuova stazione Tiburtina di Roma, che sarà intitolata a Camillo Benso conte di Cavour. Il capo dello Stato, durante la cerimonia, ha prima reso omaggio al ruolo dei ferrovieri "che hanno rappresentato uno dei pilastri storici dell'Unità di'Italia" per poi rilevare come "in un momento critico come questo bisogna dare al mondo, all'Europa e a noi stessi dimostrazione di straordinaria capacità di innovazione e realizzazione dell'Italia".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cesare Infedele

    29 Novembre 2011 - 06:06

    ma i no tav non erano contro il governo di berlusconi? anche il nostro caro presidente ha avuto un pò paura ( gli anni di piombo).

    Report

    Rispondi

  • longhma

    28 Novembre 2011 - 21:09

    Ma a questa stregua non dovevano prendere a bastonate l'auto..... ma chi ci stava DENTRO !!!! Da Cittadino Italiano Libero e Responsabile !!!!

    Report

    Rispondi

  • GINO47

    28 Novembre 2011 - 16:04

    Il responsabile dei servizi sul posto dovrebbe essere chiamto a risponderne. Non è ammissibile che una o più persone riescano a raggiungere, con corpi contuntenti in mano, l'auto del Capo dello Stato!

    Report

    Rispondi

blog