Cerca

Targhe pari nel giorno dispari: a Roma si va contromano

Alemanno firma l'ordinanza per il blocco del traffico di giovedì. Oltre il danno la beffa: l'1 dicembrei, circolano i pari

Targhe pari nel giorno dispari: a Roma si va contromano

Se abiti a Roma giovedì non puoi prendere l'auto per andare al lavoro. C'è il blocco del traffico. Però in realtà se ti rechi in ufficio alle 8:00, puoi tranquillamente circolare perchè lo stop parte alle 9:00 di mattina. Ma attenzione (!) non devi rincasare prima delle 21:00, altrimenti ti becchi la multa. A meno che tu non faccia, per esempio, un part time nel qual caso puoi circolare tranquillamente: il blocco infatti dura dalle 9 alle 21 ma si interrompe dalle 13:00 alle 16:00. Allora, già ci vuole una memoria di ferro e un pizzico di fortuna per riuscire ad incasellare gli spostamenti come in un tetrix. Ma la verità è che non è finita qui. Il blocco sarà a targhe alterne pertanto vale solo per un gruppo di auto. Ora secondo la logica e la consuetudine essendo giovedì un giorno dispari, potranno circolare solo le targhe dispari...E invece no. Circoleranno solo le targhe pari. Quindi una volta memorizzati i limiti e incastrati gli orari dovrai anche ricordati di applicare la regola opposta a quella consueta. Insomma un casino davvero mai visto. Sembra che la giunta Alemanno si sia impegnata in tutti i modi a rendere la vita impossibile ai romani.

Passo indietro - E pensare che Alemanno, che ha firmato lunedì l'ordinanza che prevede il blocco, solo due anni fa dichiarava: "Vogliamo evitarle, innanzitutto perché non servono a nulla, secondo perché creano estremi disagi ai cittadini e terzo perché sono l'estrema ratio di una amministrazione che non ha nient'altro da proporre". MArcia indietro dunque per il sindaco di Roma. E in attesa dello stop di dopodomani anche oggi è in vigore qualche divieto: non potranno circolare i veicoli più inquinanti all'interno della fascia verde dalle 7,30 alle 20,30 ( autoveicoli a benzina "euro 0", "euro 1"; autoveicoli diesel "euro 0", "euro 1" e "euro 2"; motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi "euro 0" e "euro 1"; microcar diesel "euro 0" e "euro 1").

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Baronedel Carretto

    29 Novembre 2011 - 15:03

    Servono solo a far vedere che il Sindaco .... decide!

    Report

    Rispondi

blog