Cerca

I genitori dovranno risarcire i danni dei figli maleducati

Cassazione: i genitori devono dimostrare di aver educato la prole e di aver fatto di tutto per impedire comportamenti sbagliati

I genitori dovranno risarcire  i danni dei figli maleducati

Mamma e papà devono pagare per i danni causati dai figli maleducati. Per liberarsi dal fardello della colpa e del conseguente pagamento, ai genitori - dice la Cassazione - non basterà dire di non aver potuto impedire il fatto, ma dovranno dimostrare «di aver impartito al figlio una buona educazione e di avere esercitato su di lui una vigilanza adeguata, il tutto in conformità alle condizioni sociali, familiari, all'età, al carattere e all'indole del minore».

Per questa ragione, la Terza sezione civile ha ribaltato una decisione della Corte d'appello di Bologna che aveva sollevato da responsabilità i genitori di un minorenne accusati di non avere educato a dovere il loro bambino che, nel corso di una partita di calcio, aveva dato una testata alla bocca ad un giocatore della squadra avversaria mentre il gioco era fermo. I giudici di merito avevano ritenuto ingiusto condannare i genitori al pagamento dei danni, ritenendo che unico responsabile del fatto era il ragazzo che avrebbe dovuto conoscere le regole del gioco e che d'altra parte i genitori «non avrebbero potuto intervenire nel corso della competizione sportiva». Il ragionamento fatto dalla Corte d'appello di Bologna, nel settembre 2008, non è stato condiviso dalla Cassazione che ha accolto il ricorso di Pietro, padre del ragazzo infortunato, sostenendo che l'educazione deve essere impartita a monte.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    10 Dicembre 2011 - 22:10

    risarcissero ad es. i danni che i loro pargoletti fanno nelle scuole, ridotte a cessi : le cose rimesse a nuovo , tapparelle, imbiancature , banchi, sedie , lavagne, cancellini, gessetti, vengono immediatamente distrutti dalla maleducazione dei ragazzini, tanto cretini da non capire che sono cose di tutti che paghiamo. Poi ci sono i furboni che si lamentano comparando la bellezza delle scuole private rispetto alle pubbliche: già, nelle private i vandali non la passano sempre liscia...e qui bisognerebbe tirare in ballo l'indifferenza ( chiamiamola così) degli insegnanti...

    Report

    Rispondi

  • PETTIROSSO

    10 Dicembre 2011 - 16:04

    ... da cui deriva che coloro che hanno il compito di educare non hanno fatto abbastanza. Non è detto però che nonostante la buona volontà dei genitori, il figlio/a non possa commettere atti contrari al vivere civile, ma sono casi a sé. Il vandalismo crescente in molte città, purtroppo, non è altro che mancanza di educazione "seria" e quindi certi provvedimenti di carattere anche pecuniario dovrebbero coinvolgere di più i genitori a "conoscere" come si comporta il figlio quando loro non ci sono... libertà sì, lassismo e vandalismo no!!!

    Report

    Rispondi

  • carpa1

    10 Dicembre 2011 - 16:04

    E se i genitori riuscissero a dimostrare di aver ben educato i figli, non è che per questo i danni ssvanirebbero nel nulla, e allora chi li pagherebbe? I giudici della cazzazione?

    Report

    Rispondi

  • gigi primo

    10 Dicembre 2011 - 15:03

    era ora ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog