Cerca

Rubano cartello autovelox per evitare la multa salata

Arrestati tre autotrasportatori: l'assenza dell'avviso rende la sanzione invalida per questo hanno divelto la segnalazione

Rubano cartello autovelox per evitare la multa salata

Molto probabilmente volevano evitare di pagare una multa per eccesso di velocità, per questo hanno rubato un cartello stradale. Sono stati arrestati. È accaduto a Casalnuovo, nel Napoletano. I tre sono stati sorpresi e bloccati dai militari in Via Salice mentre rubavano un cartello segnaletico stradale con la scritta «Polizia municipale controllo elettronico della velocità». L'assenza dell'avviso, infatti, rende l'accertamento dell'infrazione non valido. Sono accusati per furto Carmine Cocozza, 55enne, Enrico Gargiulo, di 44 anni, e Giovanni Esposito, 46enne. Gli arrestati sono in attesa di essere giudicati con rito direttissimo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Baronedel Carretto

    12 Dicembre 2011 - 17:05

    Ormai che l'autovelox, ben infrattato tra le piante, o dopo una curva con limite di velocità istantaneo 50, su strada a 90, o in altri tranelli strani serva solo a far cassa per i comuni è noto. I camionisti hanno sbagliato, hanno commesso legalmente un reato non vi è dubbio, ma eticamente non riesco a condannarli, proprio non ci riesco. Quando esisterà in tutto le strade il sistema Tutor, problemi del genere non accadranno e le multe a quel punto saranno vere e meritate.

    Report

    Rispondi

  • carpa1

    12 Dicembre 2011 - 13:01

    Ma a che serve? Tanto l'amministrazione pubblica si comporta anche peggio. E sapete perchè? Dopo 4 (quattro) mesi dalla presunta infrazione, mi arriva la notifica a casa (per questo non dovrebbe essere consentita lo notifica posticipata, ma la contravvenzione dovrebbe essere contestata immediatamente e sul luogo). Ebbene, nel frattempo, l'amministrazione del comune in cui l'infrazione sarebbe avvenuta, aveva tolto addirittura la postazione fissa autovelox, rendendomi impossibile ogni accertamento riguardo al rispetto della legalità circa uso, segnaletica, tarature e quant'altro relativo al corretto utilizzo del mezzo di misura. Evviva le prevaricazioni pertpetrate a danno dei contribuenti! Se qualcuno volesse contattarmi per avere le prove che non si tratta di una bufala, autorizzo la redazione di Liberoquotidiano a fornire, a chi lo volesse, il mio indorizzo e-mail (che non posto qui per ovvie ragioni).

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    12 Dicembre 2011 - 11:11

    Mettessero un sacco della spazzatura sopra e poi erano a posto.

    Report

    Rispondi

blog