Cerca

Penati, indagati 2 dello staff Ed ex vertici della Serravalle

Gdf, perquisizioni in inchiesta su Sistea Sesta. Accertamenti su presunta 'stecca' per l'acquisto di un terreno dei Cabassi

Penati, indagati 2 dello staff   Ed ex vertici della Serravalle

I militari della Guardia di   Finanza di Milano stanno effettuando una decina di perquisizioni  nell’ambito dell’inchiesta dei pm di Monza, Walter Mapelli, e Franca   Macchia, sul cosiddetto Sistema Sesto in cui è indagato l'ex presidente della Provincia di Milano, il Pd Filippo Penati.  Il blitz di oggi, stando a quanto si apprende, si riferisce al   filone di indagine sulla Milano-Serravalle e coinvolge, tra gli altri,  l'ex Ad Massimo Di Marco, il direttore tecnico Gianlorenzo De Vicenzi,  l'ex segretaria di Penati Claudia Cugoli e l’ex portavoce del   politico, Franco Maggi.

Le perquisizioni sono state disposte per accertare se il denaro versato dalla società autostradale alla Codelfa per i lavori sia   legato o meno al pagamento di 2 milioni di euro all’imprenditore Piero  Di Caterina per la compravendita dell’immobile a Sesto. Accertamenti   sono state disposte anche nell’ambito del filone di consulenze rese   dal'architetto Renato Sarno già indagato insieme a Filippo Penati. Nell’ambito delle perquisizioni e   acquisizioni disposta oggi dai magistrati monzesi e operate dai   militari del nucleo di Polizia giudiziaria della Gdf di Milano risulta  anche una richiesta di esibizione di documenti nei confronti   dell’immobiliarista Matteo Giuseppe Cabassi, che allo stato però,   come riferiscono fonti della Procura, non risulta iscritto al registro  degli indagati. In particolare gli inquirenti vogliono promuovere   accertamenti su una presunta "stecca" relativa all’acquisto di un   terreno del gruppo Cabassi per la nuova sede della Milano-Serravalle  ad Assago Milanofiori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    13 Dicembre 2011 - 21:09

    Questo è niente , di Penati non ce ne può fregar di meno.Il Procuratore Capo di Bari è uscito indenne dalla trappola ed è rimasto al suo posto.Mo' sono caxxi per il PD . http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/chi-bara-a-bari-il-memoriale-del-procuratore-capo-laudati-un-duro-atto-daccusa-30786.htm#Scene_1

    Report

    Rispondi

  • alvit

    13 Dicembre 2011 - 14:02

    dal carrozzone nel campo rom ti senti tranquillo vero amico degli extraterritoriali? Certo che incitiamo le toghe a indagare e a portare avanti questa vergogna pubblica di sistema. Siamo ben consci, che la maggior parte delle volte, quando vi indagano tutto va' messo a tacere. Ti ricordi, mio piccolo zingaro, il sig. G e i milioni che aveva in saccoccia? Siamo stati seduti per troppo tempo sulla sponda del fiume, ora vi vediamo passare.Ti conviene stare tra gli amici rom e islamici, loro sanno come far sparire la grana.

    Report

    Rispondi

  • gammadelta

    13 Dicembre 2011 - 14:02

    Ma perche' non li arrestano come gli altri quelli del PD?

    Report

    Rispondi

  • gammadelta

    13 Dicembre 2011 - 14:02

    Ma perche' non li arrestano come gli altri quelli del PD?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog