Cerca

Terrore al mercato di Firenze Uccisi due vu cumpra'

Un terzo senegalese è gravemente ferito. L'aggressore è scappato a bordo della sua auto, è caccia all'uomo

Terrore al mercato di Firenze  Uccisi due vu cumpra'

Mezzogiorno di fuoco a  Firenze. Una sparatoria in pieno giorno, un'esecuzione nel mezzo di un mercatino rionale. Bilancio: Sono due i senegalesi morti e uno ferito in modo gravissimo. Secondo quanto ricostruito da testimoni che hanno assistito alla scena, un uomo a bordo di una Polo grigia ha inchiodato davanti all'edicola, è sceso ed è entrato nel mercatino rionale della piazza. Si è diretto verso tre venditori abusivi senegalesi e ha esploso 4 colpi. Due nordafricani sono deceduti, un terzo è stato portato d'urgenza, in gravissime condizioni, al vicino ospedale di Careggi. Si è trattato di una vera e propria esecuzione. L'aggressore è poi risalito sull'auto ed è scappato.  A due ore di distanza dalla sparatoria in piazza Dalmazia, un altro senegalese è stato raggiunto da colpi di arma da fuoco nel parcheggio di piazza del Mercato centrale a Firenze. Il senegalese sarebbe ferito gravemente. Non è escluso che a sparare sia stata la stessa persona che ha aperto il fuoco in piazza Dalmazia.

Guarda le foto nella Gallery: Firenze, terrore al mercato

Alcuni testimoni hanno preso il numero di targa e le forze dell'ordine gli stanno dando la caccia. L'edicolante ha cercato di bloccarlo anche per disarmarlo mentre scappava ma lui ha mostrato la pistola e lo ha minacciato.  Secondo le prime testimonianze, l'uomo che ha sparato è stato descritto come di bassa statura, tarchiato, capelli chiari, forse brizzolati. Qualcuno avrebbe provato a prendere la targa della vettura, sembra di colore bianco, con cui l'omicida è arrivato ed è poi ripartito. Sul luogo della sparatoria è giunto il magistrato di turno, il sostituto procuratore Paolo Canessa. L'area del mercato dove sono stati colpiti i tre extracomunitari è stata isolata e sono in corso i rilievi di polizia giudiziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biri

    14 Dicembre 2011 - 08:08

    Già il titolo spiega che razza di gente siete. Se muore qualcuno a Napoli, scriverete "Morto un terrone"? Oppure tutte le varianti che vi detta il vostro razzismo congenito: "Pestato un frocio", "Violentata una lesbica", "Ucciso un muso giallo"... ma è inutile che continui: sono sicuro che avete molte più risorse di quanto possa immaginare chi viva lontano dal vostro clima di odio.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    13 Dicembre 2011 - 20:08

    per essere già morti, questi venditori abusivi aggirano/evadono la legge alla grande, peggio dei vivi. E scroccano montagne di welfare. A che serve il welfare gratis se sono già morti? Ne abbiamo fatti entrare troppi troppi troppi, questa è la verità. Poi che ci sia il pazzo armato è innegabile,ma cene sono tantissimi anche tra la "linfa vitale" importata. Più severità contro l'immigrazione facile non guasterebbe.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    13 Dicembre 2011 - 15:03

    Erano già morti. Perchè anche una seconda volta?

    Report

    Rispondi

  • 222 a.C.

    13 Dicembre 2011 - 15:03

    ..e a farmi vergognare di appartenere a quella strana razza su due piedi... non sono due "vu cumprà" sono due persone come noi, forse con famiglia, con le loro storie. Mi confermate che non è bastato cambiare la testa quando è tutto il resto ad essere marcio..

    Report

    Rispondi

blog