Cerca

Silvio andrà a pranzo con il Senatùr

Il Cav incontra il leader della Lega e pensa a un nuovo nome per il Pdl: "Viva l'Italia" o "Libertà per l'Italia". E gli ex An si ribellano

Silvio andrà a pranzo con il Senatùr

Il Cav domani incontrerà domani Bossi. A rivelarlo è lo stesso Berlusconi facendo il suo ingresso alla festa che il Milan ha organizzato per il Natale. Ai giornalisti che gli chiedevano se il pranzo con il leader della Lega fosse stato   archiviato ha risposto:  "No, no, lo vedrò domani a Roma". Quanto alle  affermazioni del Senatur che lo ha apostrofato come "amico dei comunisti", "ciascuno -ha risposto Berlusconi- cerca di   portare a casa un po' di voti". La risposta di Bossi non si è fatta attendere. Berlusconi "deve dare l'esempio in aula. Le cose si conquistano". Così il leader della Lega ha risposto ai giornalisti all'uscita di Montecitorio che gli chiedono se c'è un'ipotesi di riappacificazione con il Pdl all'incontro con Berlusconi previsto per domani. "Senza le spalle contadine e forti come quelle della Lega, Berlusconi si sentirà perso. Ho saputo per caso che domani Berlusconi viene a Roma", ha aggiunto.

Un nuovo nome - Ma a che punto siamo con il nuovo nome della Pdl (ops!), del Pdl? Eravamo rimasti al punto in cui il Cavaliere aveva sentenziato "questo acronimo non è entrato nei cuori", tanto che - lamentava Silvio - se al Nord si usa "il Pdl", al Sud il partito cambia sesso e diventa "la Pdl". Roba da non credere. Meglio cambiare, e infretta. C'era stata poi la breve parentesi di "Forza Gnocca" ma diciamo che si trattava solo di uno scherzo (da prete) di qualcuno. E allora che si fa? Si domandano nel partito. Un nome alternativo non c'è ancora ma una cosa è certa: ci sarà la parola "Italia". E allora può essere "L'Italia", dice il governatore Roberto Formigoni, oppure "Viva l'Italia". Per Antonio Palmieri, responsabile sito del partito, la parola "Italia" si deve mescolare con "libertà": "Italia libertà" o "Libertà per l'Italia"... Insomma tra i fedelissimi della prima ora il gioco va avanti e la segreteria di Alfano ha commissionato uno studio per selezionare poche proposta da presentare a Berlusconi e ai dirigenti e da  sottoporre ai Sondaggi di Euromedia. Poi sarà il tempo dei del voto nei gazebi di piazza, come quando Berlusconi affidò agli elettori la scelta tra Popolo della Libertà e Partito della Libertà (2007).

Un nome, una garanzia - Ma al netto delle procedure, dei sondaggi e tecnicismi c'è una idea che si ripete in continuazione tra gli uomini chiave del partito. C'è un nome che aleggia ogniqualvolta ci si avvicina all'argomento. Esiste ma è imponunciabile. E' il nome che secondo lo storico portavoce di Berlusconi, Paolo Bonaiuti, "E' geniale. Trasmette forza, energia, entusiasmo. Contiene un'idea di tifo non partigiano, ma per tutto il Paese". Un nome vincente che scalda gli animi e riaccende gli entusiasmi.  Un'idea che mette insieme tutti. Anzi quasi tutti. Quale? Che domande: è "Forza Italia".

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sardegna_61

    14 Dicembre 2011 - 21:09

    P.D.R. I PARTITO DELLA ROVINA ITALIANA

    Report

    Rispondi

  • BellpietroVergognati

    14 Dicembre 2011 - 20:08

    credo sia più significativo rispetto a gente condannata per associazione mafiosa come Dell'Utri, Mangano e altri nel pantheon PDL

    Report

    Rispondi

  • alvit

    14 Dicembre 2011 - 17:05

    hai ragione, non c'e' l'articolo, vedrai che domani ci sarà. Mi domando , come mai i carabinieri arrivano sempre nei luoghi della destra, e non entrano mai nei centri sociali, nei luoghi degli incappucciati, dei travisati, di coloro che spaccano vetrine, auto, banche, furgoni dei carabinieri, carabinieri stessi. Tu, per esempio, non ti prendono mai, e si che sei conosciuto, fumatore di tutto un po', frequentatore dei centri sociali, partecipante di cortei violenti, giri in scooter per sfuggire meglio e a casa tua non hanno mai fatto irruzione. Mi spieghi come mai??

    Report

    Rispondi

  • bepper

    14 Dicembre 2011 - 17:05

    Risolve i problemi per noi, lavora 20 ore al giorno, ora alle prese con il più grande. La foto che ritrae il suo letto sfatto alle 4 della mattina (per gentile concessione di Iris Berardi), indica che era già in piedi all'opera a quell'ora. Fessa Italia pemetterebbe di riutilizzare la vecchia carta intestata con il logo FI, l'Italia si ricorderebbe che è da fessi rivotarlo, ma non si sa mai, come il carabiniere che scommette sul cavallo perdente rivedendo il film, inoltre a Napoli fessa vuol dire gnocca.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog