Cerca

Per la casa con vista Colosseo Scajola e Anemone a giudizio

L'ex ministro a processo per finanziamento illecito a un singolo parlamentare per l'acquisto dell'appartamento nel 2004

Per la casa con vista Colosseo  Scajola e Anemone a giudizio

Claudio Scajola a giudizio con il  costruttore Diego Anemone. L’ex ministro sarà processato per finanziamento illecito a un singolo parlamentare per l’acquisto, nel 2004, del suo appartamento in via del Fagutale, zona Colosseo. Il procuratore aggiunto di Roma, Alberto Caperna, e i pm, Roberto Felici e Ilaria Calò, lo hanno citato direttamente a giudizio davanti al Tribunale monocratico insieme all’imprenditore coinvolto nell’inchiesta sui Grandi eventi. Secondo l’accusa Anemone, uno dei personaggi chiave dell’inchiesta perugina sul G8 di cui quella sulla casa di Scajola costituisce un filone romano, avrebbe pagato, tramite l’architetto Angelo Zampolini, parte della somma versata nel 2004 dall’ex ministro per acquistare l’immobile e avrebbe poi eseguito lavori di ristrutturazione per 100mila euro. Adesso si attende la data di inizio del dibattimento davanti al giudice monocratico. Scajola nei giorni scorsi aveva presentato una memoria difensiva per respingere l’accusa di finanziamento illecito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • parigiocara

    19 Dicembre 2011 - 10:10

    vogliamo parlare anche dell'appropriazione indebita del pulmino blu da parte dell'(abusivo) presidente fini ????

    Report

    Rispondi

blog