Cerca

Bagnasco sull'Ici: "Polemica infondata, pronto a chiarire"

Il cardinale: La pubblicazione dei dati su Avvenire deve spegnere le critiche. I nostri stipendi? Di crica 1.300 euro

Bagnasco sull'Ici: "Polemica infondata, pronto a chiarire"

"Io spero che la trasparenza dei dati" sul pagamento dell'Ici da parte della Chiesa, pubblicati a più riprese in questi giorni dal quotidiano dei vescovi Avvenire "possa spegnere ogni polemica perché non ha fondamento". Così il presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, si è espresso a margine dell'incontro Lo sviluppo umano ha bisogno di cattolici, che si è tenuto a Roma.

"Pronto ai chiarimenti" - Bagnasco si è detto disponibile a "chiarire e a fare alcune precisazioni laddove nella formulazione di qualche punto della legge" in cui vengono stabilite esenzioni Ici per gli enti no profit per gli Enti "delle precisazioni siano necessarie".Sull'ordine del giorno di Gabriella Giammanco sull'Ici agli immobili della Chiesa che ha avuto il parere favorevole del governo, il cardinale ha commentato: "La cosa non ci preoccupa per niente".

Gli stipendi - Il presidente della Cei si è anche espresso in difesa degli stipendi del clero. "I nostri stipendi - ha sottolineato - sono all'incirca di quest'ordine, cioè circa 1.300 euro, ed anche se qualcuno di autorevole dice che sono troppo modesti per noi sono più che sufficienti e ringraziamo il Signore per poterli dare". Bagnasco ha poi sottolineato che non esiste alcuna "cresta" sugli introiti derivanti dall'otto per mille ed ha ribadito: "Tutto quanto è trasparente come risulta dai bilanci e dai conti pubblici che sono pubblicati sul sito della Cei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    20 Dicembre 2011 - 03:03

    in questi tempi di becero bullismo anticattolico

    Report

    Rispondi

  • gioperla

    19 Dicembre 2011 - 14:02

    Partendo dal presupposto che non è giusto pagare l'ICI dove una persona abita in quanto non ne ricava nessun utile, questa polemica sull'ICI e la Chiesa mi sembra quanto mai strumentale: a non pagare l'ICI/IMU ci sono anche partiti politici, sindacati, associazioni, fondazioni, e chi più ne ha più ne metta. Come mai non ne parla nessuno? Forse perchè il vecchi PCI e i sindacati hanno ingentissime proprietà in tutto il paese? Nel 2007/2008 quando è nato il PD, gli ex DS hanno pensato bene di spostare tutte le loro proprietà all'interno di fondazioni da loro gestite, sulle quali non pagano l'ICI e che però a differenza di oratori, sale parrocchiali, ecc., producono redditi visto che spesso sono dati in gestione a terzi. Inoltre per chi dice che la chiesa dovrebbe pagare le tasse occorre ricordare che lo Stato Italiano dovrebbe finanziare tra le altre, la costruzione dei luoghi di culto, ma da quello che so' non gira nulla alla CEI o se da qualcosa, è largamente inferiore alle reali spese

    Report

    Rispondi

  • fatti neri

    18 Dicembre 2011 - 11:11

    che si sono macchiati di reati penali. ieri al parlamento tedesco. sta diventando sua abitudine frequentare brutta gente. by fatti neri

    Report

    Rispondi

  • fatti neri

    17 Dicembre 2011 - 19:07

    problema legato in particolare ai futuri nonni. non ci riguarda. by FN

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog