Cerca

Olgettine Orfane del bunga bunga e disperate Fine ingloriosa: in disco a caccia di fortuna

Un anno dopo sono disperate: da ospiti d'onore a prezzemoline in tv. Ma adesso il telefono non squilla più

Olgettine Orfane del bunga bunga e disperate Fine ingloriosa: in disco a caccia di fortuna

Sembrano passati anni, ma in realtà sono trascorsi solo 11 mesi. Era infatti metà dello scorso gennaio quando scoppiò fragoroso il caso Olgettina, con la scoperta del tripudio di fanciulle che scorazzavano nelle nebbie del famigerato residence.  Gogna mediatica, assedio di paparazzi, indagini e sequestri per ragazze dal nome esotico, dal fisico slavo o dal carattere italico.  Donzelle  dalle capacità misteriose, ma disposte a tutto per emergere dalla mediocrità, per non affogare nel sottobosco del mondo dello spettacolo.  Provenienti dalle più disparate zone del globo, oggi dove sono finite ? O meglio chi l’ha viste?

Il cammino della speranza nell’universo televisivo interrotto bruscamente, strade sbarrate davanti ai loro occhi.  Da prezzemoline del tubo catodico a presenzialiste delle aule giudiziarie, da ospiti d’onore a rutilanti feste a clienti assidue in studi di psicanalisti.  Un duro risveglio, un boomerang esistenziale. Solo una, indubbiamente sgamata, se la passa ancora bene, occupando uno scranno politico e mantenendo un tenore da vera soubrette. Ma a parte la bombastica Nicole Minetti, il vuoto assoluto.  Le colleghe di tante serate si sono sciolte come neve al sole, disperse in rivoli e oscuri meandri.  La più traumatizzata Barbara Faggioli, una delle punte di diamante della allegra brigata.  Nata come assistente allo smeraldo Billionaire, proprio in terra sarda ha tentato il salto di qualità.  Inviti in barca, party a go go e l’inizio di una carriera dorata, stroncata, però, sul nascere.  Bionda, fisico mozzafiato, fino ad agosto sul suo profilo Facebook si definiva  «personaggio pubblico» , con tanto di adamitiche fotografie sulle bianche spiagge di Formentera.  Dopo due mesi di crisi mistica è riapparsa a dicembre su Twitter  mora, con occhialoni scuri, e la convinzione di un nuovo mestiere. Quello di modella: buona fortuna.

Abbastanza simile il percorso di Alessandra Sorcinelli, valletta in mediocri programmi tv e successivamente entrata nel giro delle Girls.  Contrariata dalla brusca fine della favola, prova subito la fortuna Oltreoceano, convinta delle sue enormi capacità.  Ma siccome in America esiste ancora un sistema meritocratico, dopo neanche sessanta giorni, ce l’hanno rispedita indietro.  Giusto in tempo per una estate ancora sui rotocalchi patinati, tra una comparsata sullo yacht dell’irriducibile Stefano Ricucci e una fuga notturna a bordo della fuoriserie del cantante Craig David.  Con l’arrivo dell’autunno è entrata in letargo. 

Molto più travagliato e intenso il cammino della mulatta Marysthell  Polanco.  Inizialmente cerca di sfruttare il polverone, cavalcando con due compagne da avanspettacolo, il tormentone bunga bunga , sfociato nella formazione di un trio canoro della disperazione.  Risultati irriferibili.  Non soddisfatta si butta sul riciclo televisivo, ottenendo un rumoroso ingaggio dal canale amico Milan Channel.  Dieci mila euro al mese per leggere le mail, con il risultato di una sommossa tra giornalisti e cassaintegrati dell’emittente sportiva.  A furor di popolo viene annullato il folle contratto e la fanciulla dominicana decide di prendersi due mesi sabbatici.  Ricompare pochi giorni fa rasata a zero nel Quadrilatero milanese intenta a far shopping con una amica: le auguriamo possa essere assunta come controfigura dell’artista Skin.

Ogni Olgettina ha avuto un iter tribolato e assai emblematico appare il caso della giovane Iris Berardi, spaventata a morte dal can can mediatico.  Scompare dalle scene e dalle cronache, salvo tornare in luglio sulle prime pagine per la sua improbabile iscrizione al mitico Cepu.  Parrebbe la mossa della disperazione, mentre gli intrepidi cronisti che sono andati a cercarla nella natia Forlì sono rientrati a mani vuote. Porte chiuse e bocche cucite.  Dispersa nella nebbia della Romagna.

E che dire poi della botulinica Barbara Guerra, inferocita per l’esclusione al programma  L’Isola dei Famosi e rivista in un bar della periferia meneghina addobbata come il Gatto con gli stivali ?   E le gemelle esplosive Ferrera,  Meteorine rampanti del Tg4 ?  E la bionda  Raissa Skorkina, dalla Russia con amore, andata e ritorno ?  Facciamo un’eccezione per la brasiliana Michelle Conceicao.  Dopo lo shock iniziale, tra mille peripezie, è tornata all’attività di sempre, sublime interprete del mestiere più antico del mondo.

di Massimo De Angelis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    22 Dicembre 2011 - 10:10

    a quattro baldracche!!!!! Ma ci sono donne meritevoli da porci ad esempio e lettura? Credo proprio di si,ma forse non hanno lati B e seni e bocche rifatti da mostrare e perfetti corpi,che per fortuna,nel ciclo della vita andranno....a pu...ne,pure per le pu...ne

    Report

    Rispondi

  • fgem

    21 Dicembre 2011 - 08:08

    e pensare che quel brav'uomo di Berlusconi le sfamava tutte, 'ste povere vittime....

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    20 Dicembre 2011 - 19:07

    non vi lamentate più di tanto ... altrimenti Santoro ,Vauro, Travaglio , Fazio e Floris cosa dovrebbero dire? Ci sono anche altri, ma questi non meritano nemmeno d'essere menzionati, ma .... pensionati al minimo!

    Report

    Rispondi

  • lucaschiavoni

    20 Dicembre 2011 - 19:07

    non vedo problemi, se all olgettina i citofoni funzionano... che problemi hanno le ragazze? Citofonare al 5 Barbara, citofonare al 9 lucilla. qualche annuncio sui giornali, e continuano come prima.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog