Cerca

Si dà fuoco in Campidoglio

"Aiutatemi, sono disperato"

Si dà fuoco in Campidoglio
"Aiutatemi, sono disperato perché sono disoccupato". Un uomo di 39 anni, V.C., con precedenti penali per rapina e altri reati gravi, si è dato fuoco in piazza del Campidoglio a Roma: è ora ricoverato al centro grandi ustioni dell'ospedale sant'Eugenio con ustioni al 20% del corpo (in particolare volto, collo, braccia e torace), ma non sarebbe in pericolo di vita. Secondo le prime ricostruzioni l'uomo si sarebbe cosparso di liquido infiammabile e si è appiccato il fuoco. A intervenire sono stati alcuni dipendenti del Comune di Roma e i carabinieri dell'antisabotaggio e dell'unità cinofila che stavano effettuando una bonifica dell'area antistante il palazzo senatorio in previsione della visita dei Reali di Svezia in Campidoglio. Un agente si è tolto il giubbotto e lo ha gettato sull'uomo per spegnere le fiamme. Ad aiutare l'uomo anche alcuni dipendenti del Comune di Roma. Ai primi soccorritori l'uomo avrebbe detto "aiutatemi, sono disperato".
Lo scorso 9 giugno in piazza Navona accadde un fatto analogo: allora un altro pregiudicato napoletano, si diede fuoco e poi si gettò nella fontana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog