Cerca

La lista nera sul sito neonazi: ecco chi aiuta gli immigrati

Politici, religiosi, magistrati, giornalisti. I seguaci del Ku Klux Klan pubblicano su Stormfront l'elenco dei 'colpevoli'

La lista nera sul sito neonazi: ecco chi aiuta gli immigrati

Una lunga lista nera. Una vera e propria dichiarazione di odio. Una sorta di ammonimento. E' la nuova iniziativa del sito neonazista Stormfront, costola italiana dell'organizzazione che fa capo all'ex leader del Ku Klux Klan Don Black. Si tratta di un elenco di politici, magistrati, religiosi, attivisti dei diritti umani, giornalisti macchiati di una unica grande colpa: aver difeso gli immigrati. Tutto è partito da un membro del forum di nome Costantino: "Siamo stati accusati di razzismo verso gli immigrati, che li odiamo senza motivo -  posta l'utente sul sito - ma anche gli italiani compiono atti di delinquenza. Io vorrei dimostrare che non odio gli stranieri, ma che anzi odio molto di più certi italiani. E' per questo che apro questa discussione in cui vorrei raccogliere il nome di italiani che compiono atti criminali, che aiutano gli allogeni e ne traggono un tornaconto economico". Lui il primo e - a seguire - un fiume di commenti, nomi e proposte di altri componenti del forum.  E la lista si allarga.

I religiosi - Il primo nome a comparire è quello di don Ezio Segat, sacerdote della diocesi di Vittorio Veneto. La sua colpa? "Ha preso i soldi raccolti dal veneto skin e li ha dati ai poveri fratelli immigrati", spiega Costantino. A seguire, monsignor Cesare Nosiglia e don Fredo Olivero. E dopo i consacrati, tocca ai movimenti religiosi. E così Flavio Giuliano, se la prende con Cl: "A livello di danni generali alla società che può fare un negroide? Uno stupro, travolgere 8 ciclisti e beccarsi 8 anni di carcere ai domiciliari con pc connesso e facejew, un furto. Che cosa può fare invece un ciellino ? Farne arrivare 10 di negroidi. Quindi è piu pericoloso un Comunione e liberazione in combutta con Caritas e banca vaticana".

I politici - Subito dopo una lunga lista di politici: il governo Monti è presente "al completo". E poi una serie di amministratori locali che si sono attirati le ire dei seguaci del Ku Klux Klan proprio per aver attivato una serie di politiche a sostegno degli immigrati. E allora, "bastarda immigrazionista, sei nella lista", scrive Costantino alla vicepresidente della giunta toscana Stella Targetti. C'è poi  il sindaco di Padova Flavio Zanonato, la vicepresidente della giunta toscana Stella Targetti e l'assessore all'Integrazione di Torino Ilda Curti. Tra i politici, gli esponenti di Sel a Milano Luca Gibillini, Mirko Mazzali e Anita Sonego.

Giudici, avvocati e giornalisti -
Poi giudici: la pm di Torino Laura Longo che contestò l'odio etnico per gli scontri nel capoluogo piemontese, il giudice Domenico Galletta, il gup Carlo Fontanazza che giudicò il marocchino responsabile della morte di 8 persone a Lamezia Terme. E poi ancora Antonella Consiglio, Giuseppina Di Maida e Filippo Serio, giudici del riesame. E avvocati: Salvatore Staiano, Giorgio Bisagna ed Emiliano Riba, quest'ultimo avvocato dell'imam di Torino Khounati. Nel sito neonazi sono citati anche Roberto Malini dell'organizzazione Everyone, Gad Lerner, Maurizio Costanzo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    21 Dicembre 2011 - 14:02

    invece di aprire porte e portoni alla teppaglia mondiale... rom,africani, selvaggi dell'est ed altra bella "linfa vitale" (cit.Napolitano) bisognerebbe espellerne a pedate la maggior parte. Chi non ha o ha perduto il lavoro (come campa?!?), i delinquenti, ladruncoli, pusher, prostitute, rom nullafacenti, scrocconi di stato sociale, sedicenti profughi cellularizzati, africani arroganti che pretendono di tutto ecc ecc. L'immigrazione non è una risorsa, è un problema ed il guaio principale è la bassissima qualità della medesima in Italia. Teniamone pochi, quelli REALMENTE necessari all'economia. Ci devono tornare utili, il fenomeno immigrazione non si governa mica col buonismo di grana grossa.

    Report

    Rispondi

  • mab

    21 Dicembre 2011 - 13:01

    la colpa sarà pure di qualcuno. L'ormai nauseante parola razzismo non è che significhi molto, di fatto ci troviamo invasi da milioni di stranieri che preferiscono l'italia perchè sanno benissimo che, male che vada, vitto e alloggio gratuito è garantito. Una cosa è certa, le forme di intolleranza saranno sempre più evidenti se non si metterà freno ad una assurda tolleranza ed a privilegi tolti agli italiani a favore di stranieri.

    Report

    Rispondi

  • antonimo

    20 Dicembre 2011 - 17:05

    Sono discorsi non solo aberranti ma anche sciocchi. Ciò che i militanti di stormfront non comprendono è che la immigrazione è diretta conseguenza della "globalizzazione" che è il formidabile strumento inventato dai poteri bancari di Wall-street per meglio fare i loro affari, spesso molto sporchi. Avendo lasciato mano libera ad un potere finanziario senza regole e limiti, masse crescenti di persone vengono "spinte" ad emigrare, principalmente verso l'Europa, in quanto i loro paesi sono devastati da guerre continue innescate ad arte per impadronirsi delle risorse petrolifere, minerarie ed agricole. La responsabilità non è della Chiesa che è vista come "nemico" dai suddetti poteri che destabilizzano non solo l'Africa ma adesso, con gli attacchi all'euro, anche l'Europa. I magistrati dal canto loro applicano la legge. Il nemico vero della civiltà e del diritto dei popoli si chiama finanza speculativa globale ed i militanti di stormfront farebbero bene a capirlo.

    Report

    Rispondi

blog