Cerca

Prato, cinese coperto di insulti La colpa? E' diventato italiano

All'immigrato orientale viene conferita la cittadinanza italiana, i pratesi sfogano la loro ira su Facebook: "Vada a c..."

Prato, cinese coperto di insulti La colpa? E' diventato italiano

Ma che cittadinanza, "ma che vada a c…e e ci rimanga". Oppure: "Non mi piace, non sarà mai italiano". E ancora: "Allora che renda pubblica la denuncia dei redditi". Questi i più gentili, perchè su Facebook si è scatenato un vero e proprio diluvio di insulti. Destinatario: un giovane cinese. La colpa grave? Aver ricevuto la cittadinaza italiana. E così l'idea del presidente del consiglio comunale di Prato, Maurizio Bettazzi (Pdl) non è affatto piaciuta ai cittadini di Prato che si sono letteralmente ribellati ad un provvedimento percepito come ingiusto.

Valanga di insulti - E pensare che Bettazzi credeva anche di fare cosa gradita scrivendo un messaggio di benvenuto al nuovo cittadino sulla sua pagina Facebook: "Atto di Giuramento per il conferimento della Cittadinanza Italiana! Questa mattina presso gli uffici anagrafe e cittadinanza di Piazza S. Niccolò ho conferito la Cittadinanza Italiana a seguito di giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana ad un ex cittadino cinese. Benvenuto nella nostra comunità". Se non fosse che, come il messaggio è comparso sul social network, si è scatenato il putiferio. La comunità cinese è stata coperta di insulti e commenti poco carini e Prato si è scoperta razzista.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    23 Dicembre 2011 - 20:08

    Posto che non la posso biasimare per le letture che la divertono, non riesco, però, ad invidiarla. Tuttavia ognuno si diverte come vuole. Sulla Lombardia e Veneto siamo sempre lì: le capita mai di chiedersi come mai sempre al Nord scoprono l'evasione? E non si chiede come mai al Sud mai nulla? (tranne i finti ciechi odierni di Pescara). Glielo spiego io: anche qui al Nord nei locali (solitamente pizzerie) gestite da meridionali non c'è MAI nessun controllo. E in questi locali ci sono sempre carabinieri e poliziotti e finanzieri in borghese vanno a mangiare pizze e che danno grandi pacche sulle spalle dei proprietari.. Le dice niente? A me si. E dice anche che al Sud nessuno da mai scontrini o viene controllato. Ora anche lei saprà che i tartassati che lavorano solo per lo Stato cercano di evadere per sopravvivenza, ergo qui a Nord si evade per non dover morire. Al Sud sono tutti onesti (?) ma 'pelosi' con lo Stato che li grazia evitando i controlli.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    23 Dicembre 2011 - 17:05

    le confesso che non leggo Repubblica: non mi piace graficamente. I dati che io ho sottoposto provengono dal Ministero del Lavoro (il vostro, non quello di oggi!). E sono dati confermati anche dall'INPS. Per quanto riguarda l'evasione fiscale, è sufficiente leggere qualche altro giornale che non sia questo: in una settimana hanno beccato una decina di evasori TOTALI ultramilionari tra Lombardia e Veneto: Lei ne ha letto qualcosa su questro giornale(?).

    Report

    Rispondi

  • blues188

    23 Dicembre 2011 - 07:07

    fatte proprie da Bruno Osti (al quale auguro Buon Natale, senza ironia) per il quale c'è da dubitare fortemente che passi tutto il giorno a spulciare tra le pagine noiosissime dei ministeri. Ciò che egli afferma convintamente lo assume da Repubblica che storpiando i dati letti in maniera personale su quel giornale che non dice MAI bugie. Però l'esperienza di tutti noi lo smentisce: gli extracomunitari sono prevalentemente al Nord (anche perché al Sud gli sparano come sappiamo) e qui nessuno di noi li vede lavorare, specialmente se sono arabi. Invece la mattina riempiono i bar e con un caffè stanno ore a ciarlare tra loro, alcuni poi coperti d'oro come se fossero dei napoletani con la famosa catena d'oro al collo. Altri è vero lavorano e sono quelli onesti che nessuno vuol cacciare. Ma da lì a dire che siano una risorsa ce ne vuole,anche perché i loro soldi e le loro future pensioni se le mandano al paese natio. Da noi succhiano solo ciò che viene negato agli italiani.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    22 Dicembre 2011 - 19:07

    in quanto rispondevo a chi asseriva che gli strabnieri portano solo danni ecc, senza che io affermassi che TUTTI gli immigrati, e nello specifico i cinesi, siano in ordine con le tasse e quant'altro, perché so benissimo che molti non lo sono. Come so benissimo che non lo sono anche molti ma molti italiani del centro nord, come da cronache giornaliere e da rapporti dell'Agenzia delle Entrate dell asettimana scorsa, riportanti la massima evasione al Nord, seguito dal Centro e per ultimo dal Sud, sia in valore che in numero di evasori scovati. Buon Natale a lei ed allo scomparso ciannosecco

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog