Cerca

Latina vuole tornare Littoria: nel 2012 referendum popolare

La cittadina laziale fondata da Mussolini nel 1932 vuole tornare alle origini: "C'entra la storia, non la politica"

Latina vuole tornare Littoria: nel 2012 referendum popolare

Latina vuol tornare Littoria, come nel Ventennio fascista. Non è un nuovo romanzo del Fasciocomunista Antonio Pennacchi ma la proposta di referendum del comitato civico 'Mi chiamo Littoria', che ha presentato l'iniziativa questa mattina alla stampa. L'obiettivo, sottolineano i promotori, è recuperare le radici, l'identità e la memoria storica della città, esigenza ancora molto sentita dalla popolazione. Nessuna tentazione nostalgica, però, anche se a quasi 80 anni dalla fondazione della città, avvenuta nel 1932 per volere del Duce Benito Mussolini il dubbio è lecito: "E' una questione puramente storica - spiega Euro Rossi, il presidente del comitato -, lontana da appartenenze e logiche politiche. Latina (che ha ricevuto l'attuale nome nel 1946, ndr) ha scontato la colpa di essere stata simbolo del regime. Ora vogliamo che siano i cittadini a scegliere quale nome dare alla città, attraverso un referendum consultivo. Se sarà Latina o Littoria poco importa, quello che conta è che la scelta sia frutto di un processo democratico e non di un'imposizione". La raccolta di firme partirà a gennaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    11 Gennaio 2012 - 23:11

    Viale lenin ,Via stalin-grado , vie intitolate ad assassini andavano benissimo e Littoria no? La coerenza caro .... la coerenza . Sinistro.

    Report

    Rispondi

  • jasone

    10 Gennaio 2012 - 17:05

    secondo me non dovremmo mai dimenticare le nostre radici il nostro passato sia quello buono che quello cattivo per andare verso il futuro come direbbe qualcuno con piu spirito. sono favorevole anche perche sono di destra quella di sessantanni fà la vera destra.

    Report

    Rispondi

  • Fabiux62

    07 Gennaio 2012 - 04:04

    Ma ci rendiamo conto come è nata questa Repubblica? Con il nascondere più di ventanni della sua storia, come se bastasse cambiare il nome di una città per far si che il "popolo bue" si dimenticasse di Benito Mussolini. Questo comportamento è stato tenuto anche durante il 2011 , anno del 150° anniversario dell'unità d'Italia, quando si è cercato di "nascondere" che il vero artefice dell'unità del nostro Paese fu il Re Vittorio Emanuele II°. In questo nostro beneamato Paese, si usa molto la "gomma da cancellare" della bugia politica per modellare la storia a proprio uso e consumo. Fabiux62 PS. Io voterei per Littoria, il vero nome della città laziale.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    02 Gennaio 2012 - 15:03

    Ho l'impressione che se l'affare va in porto stavolta al Tabaccaio gli prende un colpo.....Magari.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog