Cerca

Neoministro, casa-Colosseo costa meno che a Scajola

Patroni Griffi (Funzione Pubblica) si compra un appartamento in centro a Roma per 2.300 euro al metro quadro

Neoministro, casa-Colosseo  costa meno che a Scajola

La storia è piuttosto complessa e si rifà ad una vecchia e nota vicenda del 2001 in cui grazie al sistema delle "cartolarizzazioni" vennero messi in vendita migliaia di appartamenti degli enti previdenziali. La storia si intreccia a sua volta con lo scandalo della metà degli anni Novanta che mise sotto inchiesta i vertici dell'Inps con l'accusa di aver assegnato abitazioni a politici, sindacalisti e burocrati pubblici.  Ma cerchiamo di semplificare la faccenda il più possibile. Uno dei protagonisti è un uomo del governo Monti: si tratta di Filippo Patroni Griffi ed è l'attuale ministro della Funzione pubblica. Cosa c'entra il neo ministro con quanto detto fino ad ora? E' presto detto: il ministro Patroni Griffi ha pagato una casa in via Monte Oppio a Roma, praticamente di fronte al Colosseo, 2.375 euro al metro quadrato (contro le 3.900 stimate dall'Agenzia delle entrate). In buona sostanza, meno del famoso appartamento dell'ex ministro Claudio Scajola. Ma come è possibile che una casa in una delle zone più quotate della Capitale costi così poco?

Il megasconto - Grazie al sistema della "cartolarizzazioni" gli inquilini dei questi stabili di proprietà degli enti previdenziali, hanno la possibilità di acquistare il proprio appartamento con lo sconto del 30%, salvo il caso in cui il palazzo venga considerato "di pregio". E siccome il neo ministro possiede una casa proprio in uno degli stabili di proprietà dell'Inps, si è magicamente trovato a pagare il suo quotatissimo appartamento poco più di 2 mila euro al metro quadro. Una miseria. Come poi gli avvocati, trascinati in tribunale dall'Inps, abbiano fatto a dimostrare che non si trattasse di un "appartamento di lusso" (gli unici a non beneficiare dello sconto del 30%), è una vicenda a parte in cui gli intrecci tra Tar, Consiglio di Sato e politica fanno da protagonisti. Fatto sta che grazie al megasconto, Patroni Griffi si è portato a casa un lussoso appartamento ad un prezzo ridicolo per il mercato. Un prezzo che fa letteralmente invidia anche all'appartemento vista colosseo di Claudio Scajola.

La casa di Scajola - Scajola era finito nel mirino sempre per una vicenda di case: un appartamento con vista sul Colosseo praticamente "regalato". L'appartamento era di 180 metri quadri, al primo piano di uno stabile nel centro di Roma. Prezzo: 610 mila euro. Una cifra giudicata irrisoria per quel tipo di proprietà: si tratta di 3.388 euro al metro quadro. Ora, non si vuol certo dire che - considerata la proprietà - si trattasse di un prezzo di mercato. Né tantomeno si vogliono giustificare le dubbie modalità con cui il ministro ha pagato la casa. Semplicemente: considerando il megasconto di Patroni Griffi, quello di Scajola non era nemmeno da record.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tempus_fugit_349

    23 Dicembre 2011 - 11:11

    certo che €2300 al m2 in centro di Roma non è un prezzo realistico, ma potrebbe essere che qualcuno ha pagato la differenza a sua insaputa.

    Report

    Rispondi

  • doris

    23 Dicembre 2011 - 08:08

    Credo che ormai tutti abbiano capito che questa gente messa al "potere" dal nostro Presidente ha le stesse "qualita" di tutti gli altri:si fa gli affari propri.La vergogna e' che non li abbiamo eletti...e ce li dobbiamo tenere perche i nostri politici hanno passato la mano.....sono indignata!

    Report

    Rispondi

  • morakino

    23 Dicembre 2011 - 00:12

    Ma scajola l'ha trovato il colpevole che gli hapagato la casa?

    Report

    Rispondi

  • paolino pierino

    22 Dicembre 2011 - 21:09

    Ecco un lurido speculatore esimio reappresentante della nuova casta montiaina massonica dittatoriale governativa nominata non votata ne eletta da un certo pannolone morbido nelle parti basse pure ribaltonista antidemocratico di cognome Napolitano Questi sono tutti ladroni e farabutti acquistano case di lusso con due danari(i nostri).A Bologna nell'estrema periferia quartiere ultra popolare i prezzi richiesti sono piu elevati certo che si gode la vista autostrade e tangenziali con ferrovia merci ed alta velocità a pochissimi metri dalle finestre vuoi mettere i poveretti che al contrario hanno vista sul Colosseo pieno di buchi e tutto di pietre vecchie? Apprendiamo oggi che il proprietario di questo appartamento a Roma è uno dei lazzaroni oggi ministro mai eletto perchè mai votato se non è uno schifo questo cosa aspettiamo a cacciarli via a calci nei denti????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog