Cerca

L'accusa smontata dal legale

Mills distrugge l'impianto accusatorio dei pm: avrebbe ricevuto 600mila dollari da Berlusconi per due testimonianze reticenti

L'accusa smontata dal legale

David Mills smonta tutto: quelle che ha raccontato sui soldi ricevuti da Silvio Berlusconi, parola sua, sono soltanto balle. Ma qual è l'accusa smontata dalla stessa testimonianza del legale inglese? Secondo l'accusa sarebbero stati pagati 600mila dollari per ottenere delle testimonianze reticenti nei processi sulle presunte tangenti alla Gdf e All'Ibernian. In veste di teste assistito, come stabilito dai giudici, Mills "è tenuto a rispondere e a dire la verità". Se così non fosse stato, sarebbe diventato automaticamente "teste reticente". Già lo scorso lunedì l'avvocato britannico aveva manifestato timore rispondendo ad alcune domande del pm De Pasquale, spiegando di essere stato accusato di falsa testimonianza e di temere che la circostanza potesse ripetersi. Nel dettaglio l'avvocato ha affermato di non voler rispondere quando il pm gli chiese del coisddetto "dividendo Horizon": i 10 miliardi di lire che sarebbero stati creati mediante la costituzione delle società off-shore del gruppo Fininvest, operazione della quale Mills sarebbe stato "l'architetto". E proprio per le due presunte testimonianze reticenti, nei passati processi All Ibernian e tangenti alle Fiamme Gialle, secondo l'accusa Mills avrebbe ricevuto 600mila dollari come regalo da Berlusconi. Balle, tutte balle: lo ha detto lo stesso Mills.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcopcnn

    23 Dicembre 2011 - 05:05

    Bene, ecco che Mills, dopo dieci anni partorisce la sua ennesima verità ! c'è a chi piacerebbe crederci e chi non ci vuole credere a prescindere. Io mi limito a fare due considerazioni. 1) Mill mi sembra Zio Michele (Misseri) , ogni giorno cambia versione, ed alla fine risulta assai difficile crederci. 2) Mills ha subito 3 gradi di processo in Italia ed è stato condannato in via definitiva per corruzione in atti giudiziari e sinceramente non si capisce perchè questa sua verità non l'abbia tirata fuori in quella sede. Se comprovata avrebbe fatto cadere l'accusa stessa e, probabilmente portato alla sua assoluzione ! Adesso per credere al Buon Mills manca una controprova. Ad esempio la rinuncia di Berlusconi alla prescrizione. Darebbe ai giudici il tempo di verificare a fondo la veridicità di queste ultime affermazioni dandogli così forza. Ma scommettiamo ? Silvio non rinuncerà affatto alla prescrizione !

    Report

    Rispondi

  • peronix

    23 Dicembre 2011 - 05:05

    il problema se cosi fosse non e Mills ma la GdF- o no ?

    Report

    Rispondi

blog