Cerca

L'Italia sarà degli immigrati: arrivano 18 milioni di stranieri

Istat: 2065, gli extracomunitari saranno triplicati. Più del 23% della popolazione del Belpaese non sarà italiana

L'Italia sarà degli immigrati: arrivano 18 milioni di stranieri

Sempre più stranieri, sempre meno italiani: questo il futuro che ci attende. Ma non si tratta di supposizioni o timori, è la realtà dei dati diffusi dall'Istat sul futuro demografico del Paese: "Negli anni a venire ci saranno sempre più stranieri residenti in Italia". Infatti, dagli attuali 4,6 milioni si passerà a 17,9 milioni nel 2065, con una forbice compresa tra i 17,9 ed i 19,3 milioni. Contestualmente, nel periodo 2011-2065 l'incidenza della popolazione straniera sul totale passerà dall'attuale 7,5% a valori compresi tra il 22% e il 24% nel 2065.

Sul territorio - La collocazione territoriale della popolazione straniera, comunque in crescita ovunque, proseguirebbe ad avvantaggiare soprattutto le regioni del Centro-nord. Nel Nord-ovest la popolazione straniera raggiungerebbe i 5,1 milioni d'individui entro il 2065, ossia un ammontare corrispondente al 36% della popolazione straniera complessivamente residente sul territorio nazionale. Il Nord-est e il Centro seguirebbero con, rispettivamente, 3,7 e 3,6 milioni di residenti e una copertura territoriale del 26% per entrambe. Il Sud e le isole ospiteranno, invece, 1,2 e 0,5 milioni di residenti, per una copertura territoriale del 9% e del 4%.

Sempre più vecchi - Allo stesso tempo, l'età media della popolazione è destinata ad aumentare, dai 43,5 anni nel 2011 fino ad un massimo di 49,8 anni nel 2059. Dopo tale anno l'età media si dovrebbe stabilizzare sul valore di 49,7 anni, a indicare una presumibile conclusione del processo di invecchiamento della popolazione. Molto accentuato è anche l'aumento del numero di anziani: gli ultra 65enni, oggi pari al 20,3% del totale, nello scenario centrale aumentano fino al 2043, anno in cui oltrepasseranno il 32%.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pi.bo42

    29 Dicembre 2011 - 14:02

    Saranno ,in gran parte, figli di figli di immigrati, più italiani degli italiani stessi, con lavoro,interessi, amori, casa ealtri figli niente più che italiani. Così come le grandi migrazioni sono un fatto ineluttabile, lo è anche l'integrarsi lento, inesorabile (secondo alcuni) assolutamente logico secondo la storia. Che crogiuolo di razze siamo noi italiani stessi? Celti, Greci, Arabi , Spagnoli, Longobardi, Ostrogoti, Normanni; chi li riconosce ancora? Questa sarebbe la razza pura che vorremmo conservare con le unghie e con i denti? Ma quale razza pura, siamo imbastarditi con mezza umanità. Per quanto riguarda la cosiddetta islamizzazione, avete visto come vestono e si comportano le nuovissime generazioni degli arabi nel nostro paese? Quanti burca vedete in giro? Lasciamo tempo al tempo, ma, e questo è importante, chi delinque immigrato o no, in galera e veramente ....fora da i ball....!

    Report

    Rispondi

  • briaccho

    29 Dicembre 2011 - 14:02

    scommetto tra 2020 i giovani italiani iniziano ad emigrare all' altra paese a cercare lavoro come badante..kekekeke. e tra 2020 nessuna vuole venire più a italia perchè sarà molto indietro sull' economia ad altra paese emergenti. guindi falla finita di scrivere questo cazzo politica odio sull imigrati in italia.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    29 Dicembre 2011 - 13:01

    le pagheranno i suoi cari africani.Dopo aver scroccato però scuole,asili,trasporti,sanità,sussidi,case popolari ecc ecc.Ed aver portato in larga parte degrado,malattie scomparse e crimine.Crimine di cui spessissimo per politically correct non si parla...non si vorrà mica dire la verità,cioè che l'immigrazione non è una risorsa,ma un problema,se opportunamente soppesata?Poi da non sottovalutare il problema occupazionale.Che lavoro faranno i tanti figli di questa"linfa vitale",arroganti e pretendenti?Ancora, chissà come mai i quartieri con molti immigati residenti vedono svalutare gli immibili col valore che cade a picco.Visto come sono bravi e belli gli stranieri che prendiamo,dovrebbero anzi rivalutarsi!Per non parlare dle problema islam,inassimilabile ed inintegrabile nonchè potenziale portatore di violenza e terrorismo.Bisogna limitare immigrazione ad un tetto massimo,secondo necessità del Paese e selezionare per qualità(basta pezzenti ed accattoni),ma solo tutti uniti si può fare.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    29 Dicembre 2011 - 12:12

    non ci saràl'invasione di 18 milioni di nuovi immigrati: sarà la natalità di quelli attualmente residenti che nei prossimi 50 anni!!!!!(due generazioni) che darà quell'incremento. E dopo 50 anni e due generazioni di gente nata e cresciuta in Italia, saranno italiani o no? E quespo perché gli italiani non fanno figli. E se non ci saranno giovani a lavorare, ch pagherà le pensioni e l'assistenza sociali ai vecchi sempre più numerosi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog