Cerca

Veglione in cella per Lele Mora Il Riesame decide a gennaio

I legali dell'agente dei vip hanno chiesto la scarcerazione, ma la risposta arriverà dopo Capodanno. Il talent scout è dimagrito 30 kg

Veglione in cella per Lele Mora Il Riesame decide a gennaio

Lui che era abituato a belle feste e a sontuose cene quest'anno passerà il veglione di san Silvestro in gattabuia. Solo il 4 gennaio, infatti, il Tribunale del Riesame si pronuncerà sulla richiesta di scarcerazione di Lele Mora, che ha patteggiato 4 anni e 3 mesi di reclusione per bancarotta. Il Riesame, così come il gup di Milano Elisabetta Meyer, aveva già rigettato in passato una analoga richiesta di domiciliari per il talent scout, in carcere dal 20 giugno scorso, sostenendo che sussiste ancora il pericolo di fuga, perchè l'agente dei vip ha una rete di relazioni tale che potrebbe consentirgli di scappare. Secondo i pm Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci, inoltre, Mora avrebbe occultato un 'tesoretto' all'estero, mai rintracciato. Il talent scout, poi, non ha mai risarcito i creditori per il crac della sua Lm Management, fallita nel giugno 2010, con 8,5 milioni circa di beni distratti dalle casse societarie. Mora, che ha sempre sostenuto invece di aver sperperato tutti i soldi per continuare a fare la 'bella vita', ha organizzato nei giorni scorsi, attraverso alcuni amici, una 'collettà tramite sms proprio per chiedere denaro al fine di risarcire la bancarotta. Il giudice Meyer ha disposto qualche settimana fa una perizia medica, ancora in corso, per valutare la compatibilità di Mora col carcere. Perizia però mai chiesta dalla difesa e disposta dal gup d'ufficio. L'ex parrucchiere di Bagnolo Po, infatti, ha avuto nei mesi scorsi anche un collasso nel penitenziario ed è dimagrito di oltre 30 chili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog