Cerca

Rai, l'ultimo ordine della Lei "Dovete censurare Libero"

Il diktat del direttore generale di Viale Mazzini: "Criticano il canone, non assecondate né seguite certe campagne"

Rai, l'ultimo ordine della Lei  "Dovete censurare Libero"

Boicottare il canone? Allora boicottate Libero. E' il diktat del direttore generale della Rai Lorenza Lei, che ha invitato le redazioni dei tg a "non assecondare né seguire" mediaticamente le campagne di protesta contro l'aumento del balzello. "Quanto stanno facendo alcuni soggetti è inaccettabile", si è lasciata andare la Lei. L'obiettivo non dichiarato ma di fatto esplicito del dg è proprio Libero, che da giorni sta picchiando duro contro la tv di stato, colpevole di stangare gli italiani sull'abbonamento (dal 2005 ad oggi è una escalation senza freni) e, di contro, non offrire un verso servizio pubblico. Tanto che, per esempio, esponenti leghisti hanno invitato i telespettatori a boicottare San Silvestro in tv: non il discorso di Capodanno, ma il veglione-maratona di Raiuno. Come scrive Enrico Paoli su Libero in edicola oggi, giovedì 29 dicembre, da viale Mazzini trapela anche una certa inquietudine per gli strascichi della vicenda Minzolini. Sul piano giornalistico, l'intenzione della Lei sarebbe quella di confermare il sostituto del Direttorissimo, Maccari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • belfagor47

    30 Dicembre 2011 - 11:11

    Ma davvero voi di Libero credete di ottenere qualche risultato con la campagna contro l'aumento del canone di 1,50 € all'anno? Ma a chi volete che interessi una cosa del genere,tranne che tirare l'acqua al mulino del V,S,editore e famiglia? Se proprio volete fare gli interessi degli Italiani tutti e di voi stessi,perche' non parlate invece del prezzo della benzina e del disel che ha raggiunto picchi da paura,e altro che spendere un euro e 50 in piu' di canone,qui si tratta di cifre di centinaia di euro in piu' e non avete nemmeno il coraggio di parlarne,o fare queste domande alle conferenze stampe che MONTI o i suoi ministri fanno,questi si che sono problemi seri.Evidentemente QUESTI ARGOMENTI VANNO CONTRO GLI INTERESSI DI SOCIETA' che non c onviene inimicarsi,o mi sbaglio?

    Report

    Rispondi

  • villiam

    30 Dicembre 2011 - 11:11

    caduta da piccola ,il giornale me lo compro ,la tassa rai serve per pagare un sacco di imboscati fannulloni,e figli di partiti ,hanno reso obbligatorio il canone ,ma perchè al sud più del 50% non lo paga e il nord deve pagarlo??????poi lo paghiamo per vedere la berlinguer,tutta rai tre ,e parte di rai due ,ma come mai le altre tv campano con la pubblicià e solo la rai ha bisogno del canone ,per pagare ballarò?signora lei ,libero è un giornale libero ,non si permetta mai di provare a censurare il pensiero di chi lo legge e di chi ci scrive!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • tuccir

    30 Dicembre 2011 - 10:10

    ... non era la migliore amica della Santanché? Le amiche di Silvio, che donne da marcepiede!

    Report

    Rispondi

  • federossa

    30 Dicembre 2011 - 09:09

    ottima dimostrazione di "essere più bella che intelligente". Libero lo pago, se voglio. in CANONE è un obbligo, che non voglio! NON PAGHIAMO IL CANONE!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog