Cerca

L'appello di Benedetto XVI: "Mondo ha bisogno di pace"

Il Papa nell'omelia della messa del 1° gennaio: "Necessaria più del pane". Poi gli auguri a Napolitano e all'Italia

L'appello di Benedetto XVI: "Mondo ha bisogno di pace"

"Il mondo ha bisogno della pace come e più del pane". Lo ha affermato Benedetto XVI nell’omelia della messa celebrata la mattina del primo gennaio in San Pietro in occasione della Giornata Mondiale della Pace. "Da sè non può darsela", ha aggiunto, ricordando che essa è un dono di Dio. "La Chiesa - ha ricordato citando le parole di San Paolo - nel primo giorno dell’anno, invoca in modo speciale questo bene sommo, e lo fa, come la Vergine Maria, mostrando a tutti Gesù, perchè Egli è la nostra pace e al tempo stesso è la via attraverso la quale gli uomini e i popoli possono raggiungere questa meta, a cui tutti aspiriamo".

La pace nel mondo - "Portando dunque nel cuore questo profondo desiderio, sono lieto - ha detto rivolto al corpo diplomatico accreditato in Vaticano presente oggi quasi al completo - di accogliere e di salutare tutti voi, che nell’odierna 45esima Giornata Mondiale della Pace siete convenuti nella Basilica di San Pietro, ambasciatori di tanti Paesi amici, che, più che mai in questa lieta occasione, condividono con me e con la Santa Sede la volontà di rinnovare l’impegno per la promozione della pace nel mondo".

Ringraziamento a Napolitano - "Un deferente augurio desidero indirizzare al signor presidente della Repubblica italiana, mentre all’intero popolo italiano formulo ogni miglior auspicio di pace e di prosperità per l’anno appena iniziato - ha aggiunto il santo padre -. Cari fratelli e sorelle in questi giorni ho ricevuto numerosi messaggi augurali: ringrazio tutti con affetto, specialmente per il dono della preghiera".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    02 Gennaio 2012 - 18:06

    Sì, sarà anche vero, ma l'italia ha bisogno che il maledetto vaticano paghi finalmente le tasse, e la smetta di rubarci due punti di pil all'anno. Grazie.

    Report

    Rispondi

blog