Cerca

Strupro di gruppo nella pineta Arrestati due romeni a Roma

Poliziotti sorprendono due uomini mentre violentavano una ragazza polacca a Ostia. Ora è caccia al terzo mostro

Strupro di gruppo nella pineta Arrestati due romeni a Roma

Violenza di gruppo nella notte a Ostia. Tre volanti della polizia durante il controllo di routine nell’area della pineta hanno sorpreso due cittadini romeni mentre stupravano una ragazza polacca di 33 anni. I due sono stati arrestati, mentre un terzo connazionale, rintracciato più tardi, è stato denunciato. Indagano gli agenti del commissariato di Ostia.L'accusa è di violenza sessuale di gruppo, ma l'indagine della polizia non è ancora chiusa. Gli agenti stanno infatti indagando sull'uomo che ha chiamato le forze dell'ordine per segnalare lo stupro. Non è ancora chiaro che tipo di rapporti abbia con la donna e se abbia in qualche modo partecipato alla violenza.

Guarda il video su LiberoTv

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    04 Gennaio 2012 - 21:09

    delinquenza efferata,costi di "accoglienza" enormi, stato sociale omaggiato a montagne, carceri piene di teppaglia d'importazione (40%),forze dell'ordine numericamente insufficienti per gestire cotanta ricchezza, sporcizia+malattie +degrado ovunque si insedi 'sta canaglia, svalutazione enorme degli immobili colonizzati dalla "linfa vitale", poi inflazionamento salariale pazzesco e deflusso di ricchezza dal Paese tramite rimesse (questo quelli più -bravi-). La verità è che l'immigrazione di gente di bassissima qualità,cultura e livello socio-economico è un cancro,una zavorra ed un problema. Questa è la verità nuda e cruda e da più di 20 anni ci stiamo autodistruggendo col buonismo e il culto dell'immigrato poverino da aiutare ed accogliere.Ipocrisia, demagogia, buonismo,politicamente corretto. Sarebbe ora di dire basta a questo scempio multiculturale: ognuno a casa propria a pedate. Grazie a voi di Libero che ci permettete di dire la verità, senza stupide censure modaiole e buoniste.

    Report

    Rispondi

  • wall

    04 Gennaio 2012 - 17:05

    ..in carcere poi il vitto e alloggio e assicurazione sanitaria è a spese nostre rimpatriateli e mandateli in carcere al paese loro..................

    Report

    Rispondi

  • annunziata

    04 Gennaio 2012 - 14:02

    una di 33 anni non é più ragazza ma donna. Che ci faceva nella pineta da sola in compagnia di tre maschietti? andava a funghi? Basta con questa barzelletta dello stupro. Se una donna corre volontariamente dei rischi accettando di bere o facendosi trasportare non può spacciare per stupro un rapporto ancorché subito. Resta un fatto di immoralità per entrambi ma non c'é dolo.

    Report

    Rispondi

  • GIUSEPPE69

    04 Gennaio 2012 - 13:01

    .... fossero stati due italiani magari all'estero? Reciprocità.....!!! Basta buonismo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog