Cerca

Equitalia: "Un clima d'odio" La replica di Libero

L'Ente protesta contro l'articolo di Andrea Scaglia: "Un'assurda campagna denigratoria in barba alla tensione". La replica: "I complotti non esistono"

Equitalia: "Un clima d'odio" La replica di Libero

Una "assurda campagna denigratoria". Equitalia scrive a Libero per protestare contro l'articolo Gli errori e le cattiverie di Equitalia, a firma Andrea Scaglia pubblicato oggi, giovedì 5 gennaio. Un articolo che, secondo la lettera dell'Ente, contiente "così tanti errori e imprecisioni che, oltre a delegittimare un'istituzione per conto dello Stato, ledono l'immagine e l'onorabilità delle tante persone che lavorano con spirito di servizio per contribuire al recupero dell'evasione fiscale nel nostro paese". "L'evasione in Italia - prosegue la lettera, di cui pubblichiamo un breve stralcio - viaggia sui 120 miliardi di euro all'anno, ma ciò non basta a frenare articoli come questo. Si preferisce continuare a speculare sul solo nome di Equitalia, in barba persino al clima di tensione determinato da episodi violenti che stanno avendo quotidianamente come destinatari il nostro personale e i nostri uffici".

La replica di Andrea Scaglia - Allora, vediamo di capire: evidentemente contro Equitalia èin atto un vero e proprio complotto mediatico ordito chissà da chi, visto che critiche ai metodi utilizzati dalla società di riscossione tributaria arrivano da organi d'informazione d'ogni orientamento politico. Naturalmente questo non basta ad accreditare qualsivoglia tesi, ma esiste un antico adagio secondo il quale se uno ti dice che hai torto non vale la pena di curarsene troppo, e però se cominciano a essere parecchi forse qualche domanda doversti fartela. E questo, naturalmente, senza la minima indulgenza – LA MINIMA INDULGENZA! - verso chi minaccia con bombe e proiettili.

"Legittima preoccupazione" - Al di là delle polemiche, si registra un'altra giornata di minacce e intimidazioni ai danni dell'Ente con episodi lungo tutta la penisola, da Modena a Livorno fino a Caserta. I lavoratori di Equitalia, ammette a Sky Tg24 Angelo Coco, direttore centrale Servizi enti e contribuenti di Equitalia, sono "legittimamente preoccupati" per gli attacchi subiti in diverse sedi ma "nelle telefonate e nelle mail che ci arrivano riscontriamo anche una grande mobilitazione e vicinanza. Andiamo avanti nella certezza di lavorare nel giusto". Coco ha poi ricordato che nella sua azione Equitalia non fa che applicare le leggi: "Tutto quello che Equitalia mette in campo per riscuotere - ha detto a Sky - è regolato da norme approvate dal Parlamento, sia la sanzione che gli interessi sono fissati per legge".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    07 Gennaio 2012 - 15:03

    NON POTREBBE ESSERE CRITICATO.Quindi quando succede,facesse il proprio MEA CULPA,miglior figura!!!

    Report

    Rispondi

  • Lucio48

    06 Gennaio 2012 - 19:07

    L'’articolo che hai è eccellente ed assolutamente vero. Complimenti per la opportuna risposta data a Equitalia riferendosi ad un antico adagio. Riguardo poi al condannare senza la “minima indulgenza” chi minaccia con bombe e proiettili mi permetto di dire che l’esasperazione porta anche a gesti inconsulti che, pur essendo da condannare, dovrebbero rinsavire i destinatari.

    Report

    Rispondi

  • waltraud

    06 Gennaio 2012 - 13:01

    Equitalia ha la bruttissima abitudine non solo di chiedere soldi ma senza specificare che cosa si debba pagare. Oltrettutto varie volte arrivano richieste di somme che non sono dovute perchè riguardano fatture gia pagate da tempo. Un carabiniere mi ha detto tempo fa, testualmente "sono furti legalizzati". Anche multe automobilistiche già scadute da tempo vengono sollecitate e di 10 sollecitazioni di Equitalia 3 vengono pagate per paura di essere ulteriormente inseguiti.

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    06 Gennaio 2012 - 11:11

    Caro Monti, per tassare gli italiani come tu hai fatto sarebbe stato migliore perfino mio fratello, deceduto purtroppo, con la 3a Avviamento. Da uno come te ci si sarebbe atteso qualcosa di meglio. NON puoi TAGLIARE sui politici: e che ci stai a fare lì, al governo? Almeno puoi bloccare gli aumenti, per cominciare. Tagliare gli enti inutili, le province, rendere le REGIONI tutte a Statuto Speciale per equipararle, lo puoi fare? Tagliare le auto blu, meno blu e grigie, non lo puoi fare? Da tecnico super quale dicono tu sia, menbro del Bilderberg group e Trilateral, ho letto, hai accettato l'incarico per fare quello che i politici devono fare o HAI CHIESTO "carta bianca" per realizzare quanto la tua mente eccelsa dovrebbe escogitare per fare quanto richiesto dal Napolitano: tirar fuori dalle secche e dal disastro l'economia italiana. Scusa sai, ma se non sai fgare ciò, la tua presenza e i tuoi emolumenti sono SOLDI SPRECATI. Pertanto DIMETTITI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog