Cerca

Roma, duplice omicidio: trovata l'arma

Trovata in una clinica la pistola che ha ucciso il padre e la sua figlioletta di 9 mesi nella Capitale

Roma, duplice omicidio: trovata l'arma

Dopo il ritorvamento della borsa con 10 mila euro, i carabinieri hanno trovato anche l'arma del delitto. A questo punto si stringe sempre più il cerchio attorno ai killer. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    06 Gennaio 2012 - 19:07

    ma quando sono state massacrate persone da qualche straniero,,è stato proclamato lutto cittadino,da noi ,o in paesi stranieri? FERMO RESTANDO TUTTO,IL RISPETTO PER LE MORTI,VEDO CHE MENTRE NOI SIAMO PRONTI A SCUSARCI,COPRIRCI IL CAPO DI CENERE,CHIUDERE PER LUTTO,avrò memoria corta,non ricorderò bene e farete bene a ricordarmelo,ma quando spetta ai nostri connazionali,da parte di stranieri,andiamo a portare fiori,batterci il petto,chiudiamo per lutto ?

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    06 Gennaio 2012 - 15:03

    Ma, vorrei far capire alla predetta Famiglia e a tutti i suoi connazionali che il popolo Italiano è costernato e affranto per quello che è accaduto e credo che tutte le Istituzioni preposte alla tutela degli emigrati in questo Paese per ragioni di lavoro, sapranno comprendere il predetto danno e tutelare la famiglia per tutto quello che occorrerà in suo aiuto ma, non si può giudicare negativamente oltre 60 milioni di italiani pronti a chiedere scusa con dolore alla famiglia Cinese con pochissime persone non degne nemmeno di essere qualificate tali. La giustizia farà certamente tutto quello che è tenuta a fare per arrestare questi barbari delinquenti che lo stesso popolo di Torpignattara ha già condannati come le peggiori bestie sperando di saperli presto nelle paatrie galere per scontare una lunghissima pena. Signori Cittadini della grande Cina, anche noi italiani, pur troppo, in assenza di una seria politica civica, spesse volte, subiamo violenze da sciacalli sempre in agguato.

    Report

    Rispondi

blog