Cerca

CastaRai La Lei mette "a dieta" i direttori dei tg Niente auto aziendale e meno giornali

Tempi di auterity a Viale Mazzini: il direttore generale taglia le spese per i responsabili dei tg. Monta la rabbia: gli sprechi sono altri

CastaRai  La Lei mette "a dieta" i direttori dei tg  Niente auto aziendale e meno giornali

L'austerity entra in Rai. Il direttore generale Lorenza Lei comincia a sforbiciare i costi, a diminuire gli sprechi. Parte dalle redazioni, dai direttori in particolare. Basta con le mazzette alte due metri. I direttori - scrive il quotidiano Italia Oggi - avranno solo quattro quotidiani a disposizione. Se vogliono approfondire la lettura delle notizie, dovranno pagarsi i giornali. Non solo. Non i direttori non avranno più a loro disposizione l'auto privata, se vogliono o dovono spostarsi devono usare la loro auto. O i mezzi pubblici. Ovviamente saltano anche i premi di produzione. Va ancora peggio ai vicedirettori: per loro neanche un quotidiano. Chi vuole leggere deve andare in edicola. Via anche i telefonini aziendali alle segretarie dei direttori. Com'è facile immaginare, la mannaia di Lei che si è abbattuta sui direttori non è stata presa bene. Sotto accusa ci sarebbero proprio i mega-stipendi come quello dell'ex direttore generale Claudio Cappon, e anche i compensi d'oro per alcune trasmissione, come gli ingaghgi di Gianni Rivera e Bobo Vieri per la trasmissione Ballando con le stelle.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vitali vanna

    07 Gennaio 2012 - 14:02

    Mi vien da ridere. La Lei taglia ai giornalisti e fa finta di niente sui compensi a 6 cifre a personaggi insulsi x programmi insipidi e cretini come "la prova del cuoco" e "ballando sotto le stelle". Io non so gli altri, ma io non guardo questi programmi xchè mi sento presa x il culo. In tempi come questi, certi stipendi e ingaggi sono immorali, cara Lei.

    Report

    Rispondi

  • wicio

    07 Gennaio 2012 - 12:12

    la differenza tra una dittatura 'classica' e il regime che si è affermato in Italia nel '48 sta nel fatto che dopo il ventennio fascista i nuovi dittatori hanno elaborato la 'Democrazia', questa bella parola è stata e continua a essere l'arma più efficace e micidiale che le cosche politiche hanno a loro disposizione, difatti le masse non hanno di fronte a loro un 'nemico' del popolo ben definito e tiranno, no! questa forma di dittatura è molto fine e sofisticata, attraverso tacite e concordate alleanze tra 'ndrine politico-mafiose questo Paese rimarrà eternamente sotto il giogo criminale di queste associazioni criminali travestite e ben cammuffate sotto le spoglie di partiti politici! infatti chiunque riesce a 'capire' questo viene subito tacciato e bollato come terrorista e/o eversivo! questo è senza dubbio un meccanismo indistruttibile e funzionale alle esigenze dei 'padroni' Italici, la 'democrazia' sta mostrando l'altra faccia del potere, nessuna possibilità di reazione..........

    Report

    Rispondi

  • Romano_1939

    07 Gennaio 2012 - 09:09

    la rai e peggio della casta dei politici uscite a volontà sprechi programmi senza senso che fanno vomitare poi la terza rete che la paghino i comunisti perchè è prettamente rossa. criptare i tre canali in m odo tale che si possa sceglierne uno o più di uno e versare il dovuto per quello che si vuol vedere che si faccia come sky ma questo non è possibile ogni anno aumentano nel sud c,è da come leggo dai giornali una evasione altissima sveglia controllori rai.-

    Report

    Rispondi

  • umberto57

    07 Gennaio 2012 - 08:08

    ma questi oltre a fare giornalismo quindi essere sul pezzo come dicono loro non usano internet? forse non hanno l'adsl oppure non sanno che non ci sono solo porno. avvisateli

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog