Cerca

La polizia arresta Vladimir Putin E' un omonimo del leader

Preso un ladro russo in azione da Prada: il commissariato esclude che abbia legami di parentela con il politico

La polizia arresta Vladimir Putin E' un omonimo del leader

La polizia di Milano ha arrestato Vladimir Putin. Non è uno scherzo, né una notizia in stile «Il Male», ma quanto accaduto lunedì scorso in un negozio del centro della griffe Prada. Due uomini originari dell’est Europa sono entrati nello store chiedendo ai commessi di provare due giubbotti del valore complessivo di 1.400 euro. Appena i dipendenti si sono allontanati hanno infilato i capi in una borsa schermata (che inibisce l'allarme anti-taccheggio) e si sono diretti verso l’uscita salutando come se niente fosse. Purtroppo per loro una commessa si è accorta del furto e ha subito avvertito gli uomini del Commissariato Centro che in pochi minuti li hanno individuati e bloccati. Entrambi risultano senza fissa dimora nonostante uno dei due si chiami Vladimir Putin. Al cittadino russo di 34 anni non è però bastato per evitare le manette e così, mentre in Russia continuano le contestazioni contro il Putin politico - che tuttavia resta il leader più polare del Paese secondo i sondaggi - il povero Vladimir nostrano è finito a San Vittore per furto. Sollecitati dai giornalisti per avere maggiori dettagli, dal Commissariato hanno rassicurato: «Non si tratta di un nipote e, no, non abbiamo ricevuto chiamate dal premier».
di Salvatore Garzillo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • forbotti

    15 Settembre 2015 - 19:07

    Mi dispiace per Libero che è un giornale che stimo; pubblicare delle notizie sciocche con nomi altisonanti, solo per attirare l'attenzione dei lettori. Come al tempo di Berlusconi, anche i più fessi, pur di farsi belli, Berlusconi lo mettevano in ogni minestra. A lungo andare si scopre il gioco e si perde fiducia. Ma Bel Pietro non ha certamente bisogno di questo.

    Report

    Rispondi

blog