Cerca

Taxi fermi il 23 gennaio Gli italiani s'arrabbiano

Sciopero generale dei tassisti contro le liberalizzazioni del governo. Su Twitter protesta degli utenti: boicottiamoli con un controsciopero

Taxi fermi il 23 gennaio Gli italiani s'arrabbiano

I taxi spegneranno i motori il 23 gennaio prossimo. Lo hanno deciso i sindacati nazionali dei tassisti, riunitisi a Bologna per protestare contro i provvedimenti in tema di liberalizzazioni del settore annunciati dal governo. In una nota, i sindacati di categoria hanno inoltre deciso che per lunedì 16 gennaio a Roma verrà convocata un'assemblea dei tassisti fuori turno presso il Circo Massimo. Quel giorno "una delegazione consegnerà all'Autorità Antitrust un documento dove saranno evidenziati gli errori e le negativitaà contenute nella recente segnalazione". Inoltre, "in caso di decisione unilaterale da parte del Governo - si legge ancora - la categoria si riserva di assumere tutte le iniziative ritenute piuù opportune". Intanto sul web monta la protesta degli utenti che lanciano su Twitter un controsciopero per protestare contro il fermo nazionale dei tassisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    12 Gennaio 2012 - 09:09

    Rilasciano ricevute una su dieci, taroccano i tassametri, fregano gli stranieri, fanno giri assurdi per farti pagare di più, e vogliono fare gli scioperi? Quando mai questa casta chiusa ha fatto qualche cosa per gli altri? mai e poi mai. Loro se ne fregano di tutti, lo hanno sempre fatto. E' vero che si passano le licenze a prezzi esorbitanti e in poco tempo rientrano delle spese. Se cercate, troverete qualche gola profonda che vi introduce di nascosto nella casta e ne vedrete delle belle. Incaricate qualche bel giornalino, o qualche format, tipo striscia, reporter, e qualche altro che non abbia interessi in loco.

    Report

    Rispondi

  • bvk

    12 Gennaio 2012 - 07:07

    ne conosco almeno una decina che vengono a fare colazione:hanno pagato la licenza, a nero, 3-400.000 euro e dichiarano 6-7.000 euro l'anno ma nel frattempo comprano case,vanno a fare viagi da milionari.via queste lobbies e via atutte le lobbies di notai, farmacisti,avvocati,commercialisti che fanno anche peggio...

    Report

    Rispondi

  • gaiascienza

    11 Gennaio 2012 - 22:10

    godere come scolaretti per la madre di tutte le liberalizzazioni che vi galvanizza al punto da cacciare gridolini di giubilo....ma quanti anni avete, ritenete davvero di essere maturi per guidare un paese, voi che sorridete istericamente all'idea di potervi vendicare sui tassisti che tanta brutta figura vi hanno fatto fare nel 2007? Ma neanche fosse l'unico partito esistente non esiterei a prendere le distanze da gente come voi, siete proprio poca cosa se queste sono le vostre prese di posizione, rovinerete la mia famiglia e quella di molte altre persone ma non passerete mai alla storia, siete solo, opportunisticamente attaccati al carretto, convinti che ci sia un posticino anche per voi, forse monti vi ha promesso di dividere la tortina insieme ma credo che così non sarà e che resterete, ancora una volta a bocca asciutta, grandi società e grandi capitali han già limato le unghie e per voi sapranno fare solo una cosa: sfruttare i lavoratori, con la vostra complicità.

    Report

    Rispondi

  • fabrizioch

    11 Gennaio 2012 - 21:09

    finalmente, ora che liberalizzano i taxi ogni italiano risparmierà qualche euro l' anno.- Finalmente con questi risparmi possiamo andare anche noi in vacanza nei resort esclusivi (dove vanno i politici) oppure a Cortina; era ora !!! Vogliono far scomparire i piccoli commercianti, di tutti i generi, stanno mettendo tutto in mano alle multinazionali, che guardano solo ai PROFITTI, altro che abbattimento di prezzi, succederà come per le assicurazioni, sempre aumenti.- LA finiscano i Politici di venderci fumo, bisogna TAGLIARE gli SPRECHI, i costi della politica, le triple pensioni ai politici, le liquidazioni,le pensioni e gli stipendi d' oro di manager e dirigenti, abbassare le tasse, abbassare l' IVA, abbassare la benzina, (non i costi ultimi della distribuzione) ma le tasse, su 1 litro paghiamo 1 euro di tasse, è una vergogna.- SE rimangono più denari in tasca agli italiani, poi verranno spesi, solo così RIPARTE l' Economia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog