Cerca

Il racconto dei passeggeri: "Sembrava il Titanic"

Alcuni testimoni ancora sotto choc: la gente si buttava in acqua. Polemiche sull'inadeguatezza dell'equipaggio a gestire i soccorsi

Il racconto dei passeggeri:  "Sembrava il Titanic"

I passeggeri che sono stati messi in salvo raccontano la tragedia con il panico ancora negli occhi: "le gente si gettava in mare, sembrava il Titanic" ha detto uno di loro. A bordo anche una giornalista Mara Parmegiani Alfonsi, che si trovava a bordo per lavoro, perché doveva seguire un evento di moda.

La testimonianza : «È stato un momento infernale. Erano circa le 21 e stavamo per andare a cena, quindi eravamo anche vestiti abbastanza leggeri - ha spiegato la giornalista  a Skytg24 - Abbiamo sentito un urto e le luci si sono spente, dai tavoli sono caduti gli oggetti e i bicchieri. Siamo tutti corsi verso il ponte e a fatica abbiamo raccolto i salvagenti, ma il comandante ci ha assicurato che si trattava solamente di un guasto alle macchine, e non era vero: sotto la chiglia già c'era uno squarcio di cento metri. C'è stato un vero e proprio assalto alle scialuppe con personale totalmente non addestrato, non idoneo alla situazione, tanto che proprio mentre venivano calate ci sono stati gli incidenti- evidenzia Parmegiani - tanto che abbiamo dovuto sostituire il comandante della nostra scialuppa con un ufficiale di macchina di una compagnia diversa». Secondo la giornalista il personale era totalmente totalmente impreparato alle emergenze. Molto pesante anche l'attacco al capitano: "Me ne assumo tutte le responsabilità: all'ora del disastro"


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Armadillo

    14 Gennaio 2012 - 16:04

    Capisco il dramma dei passeggeri, ma ciò che è avvenuto cent'anni fa nell'oceano Atlantico è stato ben diverso: nessun soccorso, acque gelide (due gradi sopra lo zero), poche scialuppe, oltre 1500 morti di cui diverse centinaia intrappolati nella nave. Sulla Costa quelli che hanno rischiato sono i membri dell'equipaggio della sala macchina perché vicini alla zona dello squarcio. I passeggeri sono stati vittime dell'inutile panico diffusosi a bordo.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    14 Gennaio 2012 - 10:10

    coma fa ad incagliarsi una nave col mare tranquillo e con tutti i dispositivi esistenti per stabilire le sue coordinate con la precisione di pochi metri. I responsabili devono essere mandati a zappare la terra.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    14 Gennaio 2012 - 10:10

    che l'equipaggio è incompetente nel gestire una situazione di emergenza.Sono i passeggeri ingestibili,per il fatto che assolutamente non puo' esserci un addestramento per affrontare le emergenze quando le persone si imbarcano per una crociera magari per la prima volta.Si possono istruire sommariamente,come fanno sugli aerei,possono leggere le procedure di abbandono nave,ma ripeto mai si possono gestire ed uno uno dei nemici maggiori è il PANICO.L'addestramento cui era sottoposto il sottoscritto ai tempi in cui navigavo era ferreo.A qualsiasi ora del giorno poteva scattare l'emergenza,e questo avveniva senza nessun preavviso ne segnali.Dovevamo essere pronti e rispettare le procedure,quindi c'era un modo per disporre i vestiti,ed un altro per imbarcarsi sulle scialuppe,un altro per affrontare l'incendio(avevo fatto il corso obbligatorio di 6 mesi con i VF).Senza i requisiti oggi NON imbarchi.Quello che è certo e che quel Comandante NON andrà piu da nessuna parte.La sua carriera è finita

    Report

    Rispondi

  • liberalettera

    14 Gennaio 2012 - 10:10

    La Parmegiani afferma che la responsabilità è del comandante che al momento dell'incidente "stava cenando " nella sala. Il capitano ha un vice... un primo ufficiale. E non è tenuto a "vivere" attaccato al timone.. Altrimenti... le cene di gala con il capitano in divisa, al cui tavolo moltissime primedonne e "primiuomini" ambiscono di sedere per far foggia delle loro vanità non ci sarebbero. Il capitano può lasciare l'incarico di condurre la nave ai vice. A meno che ci siano situazioni particolari, visibilità azzerata , operazioni particolarmente difficili. Quindi... il capitano stava a magnà il tramezzino... e la nave si è schiantata! Affermazioni totalmente gratuite!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog