Cerca

Così le donnine della Casta telefonavano gratis

I deputati dell'Assemblea hanno regalato le schede telefoniche ricevute dalla Regione a parenti, amici ed amanti

Così le donnine della Casta telefonavano gratis

Per un’intera legislatura, dal 2001 al 2006, ben settecento persone hanno usufruito delle schede telefoniche pagate dalla Regione Sicilia e consegnate ai deputati dell’assemblea. I quali però, a loro volta giravano il «benefit» ad amici, parenti e persino a qualche amante. La truffa sarebbe durata anche per un periodo successivo, nel 2008, quando molti dei beneficiari delle tessere avevano esaurito il mandato elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    16 Gennaio 2012 - 11:11

    si fanno indagini politicamente MIRATE e SETTARIE, escludendo tutte le altre MOLTEPLICI ma ben NASCOSTE pecche.QUESTA LA VERA MAGAGNA.

    Report

    Rispondi

  • Federico di Hohenstaufen

    15 Gennaio 2012 - 23:11

    Peggio dei falsi invalidi ! solo che questi non risarciranno un cent

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    15 Gennaio 2012 - 22:10

    Io,quatto quatto,me ne andrei a controllare le telefonate fatte dagli amici degli amici in Val d'Aosta oppure in Trentino-Alto Adige. Ma lì,di cromosomi latini misto ai levantini,con fior da fiore arabo,NISBA ! Meno fantasia,meno colpi d'ala.Comunque,non si sa mai...

    Report

    Rispondi

  • beppazzo

    15 Gennaio 2012 - 20:08

    Sicilia indipendente ...ma in tutto!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog