Cerca

Vigile ucciso: gli investitori due ore su luogo del delitto

I killer di Nicolò Savarino sarebbero rimasti in zona per controllare la situazione. Lunedì l'autopsia sul corpo dell'agente

Vigile ucciso: gli investitori due ore su luogo del delitto

La procura si era raccomandata il massimo riserbo sulle indagini per l'omicidio Nicolò Savarino, il vigile urbano investito e ucciso giovedì da un suv in zona Bovisa, a Milano. Ma secondo indiscrezioni, i due occupanti della Bmw X5 sarebbero nomadi specialisti in truffe e a bordo dell'auto incriminate ci potrebbero essere stati contanti, merce di valore rubata o comunque scottante. E, ancora, i due sarebbero rimasti nella zona dell'omicidio per almeno due ore dopo aver investito il vigile, nonostante la presenza delle volanti dei ghisa e della polizia. E in via Lancetti, dove poi la Bmw è stata ritrovata, avrebbero addirittura chiesto a una signora di spostare un po' la sua auto per poter parcheggiare il loro suv tutto ammaccato. La stessa freddezza che gli avrebbe permesso, subito dopo l'investimento, di fermarsi, scendere dalla Bmw e togliere da sotto l'auto la bicicletta semidistrutta di Savarino.
Le ricerche degli inquirenti proseguono, finora senza risultati. E intanto, per lunedì prossimo è stata fissata l'autopsia dello sfortunato agente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    15 Gennaio 2012 - 14:02

    e x il cinese ucciso a Roma (con la bambina purtroppo) si è mobilitata tutt'Italia.. x uno che era un grosso evasore fiscale, se non peggio (mandava soldi all'estero ILLEGALMENTE) soldi guadagnati AL NERO dai suoi connazionali.. oltre a Cortina un bel repulisti nelle chinatown non si fa mai? Tra l'altro i killer sono marocchini; x il taxista slavi (o zingari?) ma le "anime belle", gli utili idioti, i mondialisti imbecilli, continuano a ripeterci che dobbiamo accogliere tutti e di più e ci ricordano che anche gli italiani sono stati emigranti.. e allora? andavano in paesi dove c'era richiesta di mano d'opera e situazioni economiche ben diverse (USA, Argentina, Ger-mania, miniere del Belgio, Australia, ecc..) e venivano passati a i raggi X (vedi Long Island, ecc..) e a parte un po' di mafiosi che ci hanno disonorato (il Nord non c'entra, unicuique suum, please!) x il resto HANNO LAVORATO COME NEGRI E SI SONO FATTI ONORE (compresi i meridionali onesti, ovviamente)

    Report

    Rispondi

  • Cattif.49

    15 Gennaio 2012 - 08:08

    Condivido in pieno . Povero ragazzo , povera famiglia e poveri noi !

    Report

    Rispondi

  • raucher

    14 Gennaio 2012 - 20:08

    non si vedono i cortei inscenati per l'uccisione dei nigeriani? Forse che , per qualcuno, la pellaccia degli italiani vale meno di quella dei nigeriani?Quanta gente cieca ci asfissia, gente che pratica il razzismo al contrario.Muore un italiano? Chi se ne frega, muore un nigeriano? Alè , bandiere, cortei, dimostrazioni. Questo paese sta giustamente morendo, perchè ci sono troppi deficienti. Va bene così.Chi li ha allevati?

    Report

    Rispondi

blog