Cerca

Indignati occupano il Vaticano Tensione con la polizia

Un gruppo di giovani si era accampato a Piazza San Pietro. Uno, un francese, è salito sull'albero di Natale per aprire l'assemblea

Indignati occupano il Vaticano  Tensione con la polizia

La protesta degli Indignati varca i confini blindati del Vaticano. Al grido di "Libertà", "no alla violenza", ma anche "chiesa corrotta", "Papa criminale" e "il Vaticano paghi le tasse come tutti", una cinquantina di ragazzi di diversa nazionalità, tra cui spagnoli, francesi, inglesi e italiani partecipanti dell'Agorà internazionale di Roma che si sta tenendo a  San Giovanni dal 10 al 17 gennaio, hanno occupato piazza San Pietro. Un indignato francese è addirittura salito sull'albero di Natale collocato al centro della piazza per convocare l'assemblea pubblica. "La polizia - scrive il blog "italianrevolution-roma.blogspot.com/" ha risposto con il fermo di questo ragazzo, trasportato in una vettura della Polizia, e altri due ragazzi accorsi in suo aiuto, sono stati trattenuti nella capanna del Presepe. Gli attivisti presenti nel tentativo di far rilasciare i ragazzi fermati, sono stati manganellati dagli agenti, e un poliziotto in borghese ha strappato dalle mani di un manifestante la sua telecamera, con cui stava riprendendo l'accaduto. La situazione è ora di tensione e per ora sono tre i manifestanti fermati, tutti di nazionalità francese, che rischiano il processo". In piazza Pio XII, dove sono stati fatti confluire i manifestanti, il piccolo gruppo di 'indignados' è stato circondato ora da un numero superiore di agenti in tenuta antisommossa e con i caschi di protezione. La situazione è tranquilla anche se l’assembramento di manifestanti e forze dell’ordine (sono intervenuti anche i carabinieri e la guardia di finanza) rende difficile il passaggio dei pellegrini e dei turisti che vorrebbero visitare il presepe. I vigili urbani hanno interdetto al traffico via della Conciliazione. Ora i tre ragazzi sono stati identificati e con tutta probabilità saranno denunciati, perchè trovati in possesso di oggetti pericolosi. Anche tutti gli altri manifestanti sono stati identificati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bellissimo

    15 Gennaio 2012 - 13:01

    Ah! Questi CIOVANI !

    Report

    Rispondi

  • antonimo

    15 Gennaio 2012 - 12:12

    Questi ragazzi hanno prorio sbagliato indirizzo in quanto dovrebbero protestare davanti a Goldman-Sachs, alle Agenzie di rating, o ai poteri che fiancheggiano la Finanza, poteri che al Vaticano sono notoriamente ostili. Papa Ratzinger infatti ha più volte pubblicamente denunciato il potere devastante dei “capitali liberi” che hanno ormai la forza di mettere in crisi le economie delle nazioni, come sta avvenendo con l’euro e ciò ha provocato le campagne di alcuni grandi giornali americani ed europei sulla “pedofilia”; Il metodo “Boffo” su grande scala. I veri nemici dei popoli sono la grande finanza speculativa internazionale, quella di Wall-street, contro cui gli Indignados americani giustamente si battono e questi poteri ed i loro fiancheggiatori, nella “politica” e nella “grande stampa”, vedono la Chiesa come un grosso ostacolo ai loro piani, per ragioni che non è difficile comprendere. L’Ici per la Chiesa, che peraltro la stessa si è detta disposta a pagare, è un’altro modo molto astuto escogitato da costoro per “dirottare” la protesta verso un falso obiettivo, prendendo in tal modo due piccioni con una fava. Gli Indignados non devono cadere in simili tranelli !

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    15 Gennaio 2012 - 11:11

    Io gli farei fare la stessa fine di Monti e Tognetti.

    Report

    Rispondi

  • PETTIROSSO

    15 Gennaio 2012 - 11:11

    ... cosa c'entrino loro con le "tasse del Vaticano" pretese per un paese straniero! Sono ben altri i problemi che sia la FRANCIA in primis che altri paesi europei devono affrontare oggi. I mercati sono sotto attacco da altre sottovalutate forze e lobby che poco a poco sgretolano la nostra economia europea. Sono inutili oltre che dannose queste manifestazioni di sparuti individui verso obiettivi oltretutto sbagliati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog