Cerca

Ultimo nella classifica dei sindaci Cammarata lascia Palermo

Il primo cittadino, in carica dal 2001, si dimette a due mesi dalla scadenza del mandato. "Atto d'amore e responsabilità per la città"

Ultimo nella classifica dei sindaci Cammarata lascia Palermo

Si è dimesso dall'incarico il sindaco di Palermo, Diego Cammarata. In un indagine realizzata da Ipr Marketing e pubblicata oggi sul Sole 24 Ore, il primo cittadino del capoluogo siciliano è risultato ultimo (tra tutti i colleghi dei capoluoghi di provincia italiani) per gradimento da parte dei cittadini. Eletto alle politiche del 2001 alla Camera dei deputati erano divenuto sindaco nel novembre dello stesso anno ed era poi stato confermato a Villa Niscemi nel 2006. Il suo mandato sarebbe scaduto fra due mesi. "Mi dimetto perchè non intendo dare alibi a nessuno in vista delle elezioni di primavera e rimanere abbarbicato alla poltrona per l'indennità. Sicuramente, non me ne vado perchè mi sono stancato di fare il sindaco, questa è una sciocchezza. Ma è atto di amore e responsabilità per questa citta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    17 Gennaio 2012 - 10:10

    nominata,da chi è stata eletta'?

    Report

    Rispondi

  • roda41

    17 Gennaio 2012 - 10:10

    è il sindaco di Verona.INFORMATEVI BENE

    Report

    Rispondi

  • spalella

    16 Gennaio 2012 - 18:06

    E questo è solo UNO dei tanti miserabili individui che i partiti, altrettanto inutili ed anche immorali, CI TIRANO ADDOSSO COME CANDIDATI DA ELEGGERE. Ed il PDL è uno dei partiti più ignobili in materia. IO ad es, come abitante del lazio, mi sono visto tirare addosso la candidatura di una misera sindacalista per la presidenza della regione.... una tizia senza professionalità specifiche, senza cultura specifica in materia di amministrazione, di bilanci, di previsione e di costruzione del futuro di milioni di persone. Un lavoro complesso anche per un PROVATO MANAGER è stato affidato a chi non aveva nè arte nè parte in materia. INFATTI mentre questa poveraccia mentale e culturale regalava VITALIZI a gogò, aumentava contestualmente le ACCISE regionali sui carburanti..... PIU' MISERABILE DI COSI'.... ma i partiti le capiscono queste NOSTRE osservazioni, credono che siamo ancora succubi del cretino di turno che decide per noi ???

    Report

    Rispondi

blog