Cerca

Scatta "bisonte selvaggio" Sicilia bloccata dai tir

Gli autotrasportatori e i produttori agricoli stanno paralizzando l'isola: "Benzina e assicurazioni troppo care. Il governo ci ignora"

Scatta "bisonte selvaggio" Sicilia bloccata dai tir

E' scattato a mezzanotte 'bisonte selvaggio' in Sicilia. Fino al 20 gennaio gli autotrasportatori dell’Aias e i produttori agricoli del Movimento dei Forconi presidieranno le arterie e gli snodi cruciali per i trasporti, come il porto di Palermo. L'aumento del costo del carburante, la mancanza di regolamentazione dei pagamenti della committenza, il cartello imposto dalle compagnie assicurative e una rete infrastrutturale inadeguata sono le ragioni della protesta, alla base anche della nascita del Movimento 'Forza d'urto'.  Bloccati anche gli svincoli di Avola e Lentini dell’autostrada Siracusa-Catania. Un altro blocco è stato organizzato sulla statale "115", all’altezza dello svincolo per Rosolini. "Noi stiamo soffrendo di più rispetto al resto d'Italia - spiega il presidente dell'Aias Giuseppe Richichi - perchè siamo periferici. Abbiamo più volte chiesto l’intervento dello Stato in maniera da non allontanarci ulteriormente dall’Europa, ma non siamo stati ascoltati. Il nostro è uno sciopero spontaneo che non vuole produrre un eccessivo caos e che ci auguriamo vedrà l’adesione di tutti i siciliani. Ma è necessario perchè ormai siamo con le spalle al muro. Non ci saranno le situazioni che si sono venute a creare nel 2000. Noi non vogliamo danneggiare nessuno. Ci fermiamo solo per il bene della Sicilia". "Siamo stanchi - aggiunge il leader del Movimento dei Forconi, Mariano Ferro - perchè questa terra potrebbe essere ricca e invece continuiamo tutti a soffrire. Abbiamo chiesto al governo, a tutti i governi, di ascoltarci: nulla. Adesso speriamo che con questa protesta abbiano un pizzico di attenzione nei nostri confronti".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eleztpe

    17 Gennaio 2012 - 11:11

    Piccioncino, dovresti informarti meglio anche tu! Il fondatore del movimento dei forconi ha girato un video nel quale spiega le ragioni della protesta e l'indignazione è rivolta sia all'amministrazione regionale (sopratutto) che al governo nazionale. Entrambi sono responsabili di questo disastro che coinvolge l'italia intera, ma che colpisce maggiormente la Sicilia. Sicuramente il governo regionale ha delle responsabilità enormi ed è chiamato in causa in prima linea, ma ti ricordo che non opera autonomamente! Le amministrazioni regionali fanno sempre capo al governo nazionale e sono sicura che lo sai meglio di me, quindi la protesta va rivolta ad entrambi e dovrebbe persistere con forza e con l'appoggio di tutti gli italiani indistintamente perché facciamo parte TUTTI di questa nazione e con essa "affonderemo" se continuiamo a scagliarci l'uno contro l'altro invece di sostenerci a vicenda!

    Report

    Rispondi

  • eleztpe

    17 Gennaio 2012 - 11:11

    Caro/a Spalella, il vero ignorante sei tu! La Sicilia è fatta anche di persone di grande valore che hanno lavorato sodo per andare avanti, è fatta anche di gente che per mantenersi al nord fa dei sacrifici enormi sia psicologici che economici e non sai quanto vorrebbe godersi la propria terra ricca di risorse. Non abbiamo niente in meno rispetto alla gente del nord a livello umano, anzi! E soprattutto il mantenimento di cui parli è reciproco perché così come magari noi del sud senza le possibilità lavorative offerte dal nord saremmo in difficoltà, allo stesso modo senza il meridione il nord venderebbe solo prosciutti e aria fresca e iniziando dai fruttivendoli e i negozi di alimentari avrebbero seri problemi! La gente come te dovrebbe informarsi seriamente prima di sparare a zero con offese gratuite. Il nord non è autonomo e invincibile come credi tu, come fanno credere i nostri telegiornali vergognosi e come crede tutta la gente piena di pregiudizi e priva di buon senso!

    Report

    Rispondi

  • eleztpe

    17 Gennaio 2012 - 10:10

    Caro/a apalella, il vero ignorante sei tu! La Sicilia è fatta anche di persone di grande valore che hanno lavorato sodo per andare avanti, è fatta anche di gente che per mantenersi al nord fa dei sacrifici enormi sia psicologici che economici e non sai quanto vorrebbe godersi la propria terra ricca di risorse. Non abbiamo niente in meno rispetto alla gente del nord a livello umano, anzi! E soprattutto il mantenimento di cui parli è reciproco perché così come magari noi del sud senza le possibilità lavorative offerte dal nord saremmo in difficoltà, allo stesso modo senza il meridione il nord venderebbe solo prosciutti e aria fresca e iniziando dai fruttivendoli e i negozi di alimentari avrebbero seri problemi! La gente come te dovrebbe informarsi seriamente prima di sparare a zero con offese gratuite. Il nord non è autonomo e invincibile come credi tu, come fanno credere i nostri telegiornali vergognosi e come crede tutta la gente piena di pregiudizi e priva di buon senso!

    Report

    Rispondi

  • encol1

    17 Gennaio 2012 - 08:08

    E' ciò che occorre fare per bloccare Montecitorio e spazzare 900 fannulloni, incapaci, sanguisughe- Camionisti datevi una mossa per salvare questo paese

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog