Cerca

Sgarbi assume Racz a Salemi

"Gli apriamo un ristorante"

Sgarbi assume Racz a Salemi
Lo chef La Mantia gli ha dovuto dare il due di picche: le sue cameriere quel rumeno lì, con quella faccia lì, non lo vogliono come collega. Allora a trovare un posto a Karol Racz, in carcere ingiustamente per uno stupro mai commesso, pensa il sindaco di Salemi, Vittorio Sgarbi. «Gli diamo lavoro noi - dice Vittorio Sgarbi - per questioni di principio e di legalità. Chiedo a Filippo La Mantia, celebre chef, attraverso l'altrettanto celebre collega Fulvio Pierangelini che di Salemi è assessore alle Mani in pasta, di aprire un ristorante. Gli diamo spazio - conclude - nella sede del palazzo del sindaco, al pian terreno, perché possa far lavorare nella tollerante città di Salemi, libera et immunis, come ricordano gli annali della storia siciliana, già mortificata dalla propaganda negativa sulla mafia, il romeno Karol Racz, vittima della cattiva giustizia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    31 Marzo 2009 - 14:02

    se fossi stato meno impegnato ad inseguire clienti morosi e bollette da pagare e altro, avrei trovato il modo di entrare nelle grazie di Sgarbi e Vespa, per potere ottenere benefici economici e di prospettiva lavorativa...visti i tempi. Tra quello del delitto Metz di perugia, arrestato ingiustamente e risarcito....per questo, ma su segnalazione della principale imputata, quindi il risarcimento lo addebiterei a lei, e il rumeno, entrato come comunitario, questo per Pascal50 che parla di ingresso abusivo nei nostri territori....., si son visti due esempi lampanti in cui l'ansia da prestazione colpisca i giudici che arrestano a destra e manca senza prove certe.....e inconfutabili, e due personaggi che dell'esagerazione e perbenismo di facciata han fatto il loro somaro di battaglia. Desidero aprire un locale notturno con ristorante a salemi, ci pensa vittorione caro? oppure i miei venti minuti di notorietà televisiva, bruno carissimo, me li concedi? Siamo il paese delle banane e chi potrà mai stare sul ponte principale? delle persone che scimmiottano un falso perbenismo ed una sorta di psichedelica visione della vita e dei diritti....

    Report

    Rispondi

  • ludwigterzo

    30 Marzo 2009 - 10:10

    Hai perfettamente ragione.Anch'io,disoccupata,avevo pensato di farmi arrestare, poi mi sono ricordata di essere italiana,quindi...

    Report

    Rispondi

  • LuciaRosi

    30 Marzo 2009 - 09:09

    Ricordiamoci che racz era finito in galera perché un suo connazionale lo aveva coinvolto denunciandolo e non certo per colpa della polizia italiana! Comunque, visto che è diventato "santo subito" grazie a vespa ed a sgarbi,propongo che gli venga regalato un gran ristorante in una località turistica rinomata!!! Questa è la deficienza degli italiani,che sono generosissimi con gli stranieri, magari clandestini, e "lasciano a casa" i giovani autoctoni, che hanno la grave colpa di essere nati da famiglie italiane in territorio italiano! Questo è un assaggio di cosa può succedere nel mondo del lavoro in un paese disgraziato come il nostro, generoso verso i clandestini e un "po' meno" con gli oriundi!Meditate gente, meditate!!

    Report

    Rispondi

  • Pascal50

    29 Marzo 2009 - 15:03

    Il suo unico errore è stato quello di entrare abusivamente nel nostro territori,almeno così è stato accertato.Il nostro errore,grave, è stato quello di negargli la libertà ingiustamente!.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog