Cerca

L'articolo 18 non si tocca: Camusso ci frega ancora

Nella riforma del lavoro che la Fornero presenterà alle parti sociali non si parla del "tabù" della sinistra. Così non va

L'articolo 18 non si tocca: Camusso ci frega ancora

Susanna Camusso, segretario della Cgil, lo ha detto e ripetuto per settimane, praticamente dal momento dell'insediamento del governo Monti e del ministro del Welfare Elsa Fornero: "L'articolo 18 non si tocca, è un tabù". Proteste in piazza, interviste sui giornali, pugni sul tavolo e telefonate di fuoco ai "referenti" politici del sindacato rosso. Un blocco compatto che ha messo all'angolo un governo, quello dei tecnici, appeso anche alle lune del Pd. E i democratici, ovviamente, la battaglia della Cgil l'hanno sposata in pieno nonostante, evidente paradosso, abbiano abbracciato con lo stesso modo anche le liberalizzazzioni di passera. Un progetto riformatore, quello di Monti, Passera e Fornero, che ora rischia di rimanere zoppo: perché nel dl si toccano un po' tutte le categorie, dai tassisti ai farmacisti, dai notai ai giornalisti fino ai professionisti e ai commercianti. Ma manca l'intervento alla base: l'articolo 18, appunto. Il governo non lo ha toccato, rendendo più complicato il progetto "mobilità" annunciato dalla Fornero. Nel piano che l'esecutivo presenterà alle parti sociali, lunedì prossimo, della "libertà di licenziare" c'è poca traccia. Al contrario, sembra un piano tagliato e cucito su misura delle richieste di Bersani e Camusso. Non un buon modo per cambiare davvero il mercato del lavoro in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beppe.r

    28 Gennaio 2012 - 20:08

    questa signora e arrogante e perversa pensa solo al suo potere all'interno del suo harem ed a anche l'ardire di rifiutare il reddito minimo garantito ai disoccupati e a chi non ha probabilmente neppure da mangiare.Si vergogni e se ne vada a affanculo.

    Report

    Rispondi

  • AG485151

    20 Gennaio 2012 - 20:08

    Signora Camusso non so in che mondo viva , certo non quello del lavoro. Ha mai letto l'art.18 ? Io si e non capisco perchè sia stato scritto dato che rimanda tutto alla 604 e al codice civile.

    Report

    Rispondi

  • grey18

    19 Gennaio 2012 - 17:05

    La Camusso è al corrente che la riforma delle pensioni è passata da un pezzo? Come mai non ne parla più? Certo, dopo 180 minuti di sciopero è stato fatto il massimo sforzo per contrastarla e quindi tutti contenti aspettiamo sei anni in più per la pensione!

    Report

    Rispondi

  • il cantastorie

    19 Gennaio 2012 - 17:05

    se l'articolo 18 non si tocca come i quarantanni di contributi, e l'età pensionabile, viene seriamente da pensare che vi siete venduti in blocco la classe operaia, tu dalema bersani e company(troika?) italiana? Siete peggio dei mercenari, guardate solo al vostro interesse personale.Vergognati, camusso!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog