Cerca

Bergamo, nel comune leghista c'è un assessore nigeriano

Il sindaco padano di Spirano, famoso per la doppia carta intestata in italiano e lumbard, ha affidato i servizi sociali a Tony Iwobi

Bergamo, nel comune leghista c'è un assessore nigeriano

I servizi sociali affidati a un assessore di origini nigeriane. La decisione non stupirebbe granchè, se non fosse stata presa dalla giunta monocolore leghista di un paesino del Bergamasco. A Spirano - poco più di 5mila abitanti - il 'padano' Giovanni Malanchini è sindaco dal 2009 e, in questi due anni e mezzo, si è distinto più che altro per iniziative come l'attivazione di una segreteria telefonica in dialetto per gli uffici comunali, la carta intestata in italiano e bergamasco, le strisce pedonali verdi e, solo pochi giorni fa, l'inaugurazione di un monumento alle vittime dell'11 settembre con frasi di Oriana Fallaci. Ora la decisione di nominare Tony Iwobi, 57 anni, nigeriano d’origine, assessore ai Servizi sociali. In realtà, Iwobi è al terzo mandato come consigliere comunale del Carroccio (presidente la Commissione cultura in Consiglio) ed è in Lega da almeno 19 anni. Residente a Spirano da 35 anni, è sposato con una bergamasca. "Sono diventato leghista perchè venivo da un Paese federalista e mi piaceva quell'idea", racconta. "Poi ho trovato molti amici con cui condividere le stesse idee. Una volta ero supercontrollato, la polizia veniva a casa mia due volte alla settimana, oggi che fine hanno fatto questi controlli? Chiaro che poi non è giusto arrivare in Italia come fanno ora, questa è un’altra faccia dello schiavismo".   Non si tratta del primo caso di questo tipo in Lega. Molto attiva, nel partito, è per esempio Sandy Cane, sindaco di colore di Viggiù, nel Varesotto. Sempre in provincia di Varese, a Malnate, la sezione locale del partito è coordinata da Hajer Fezzani, 39enne di origini tunisine (molto fotografata, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede, nel marzo scorso, insieme all’allora ministro dell’Interno, Roberto Maroni).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    23 Gennaio 2012 - 14:02

    intanto gli immigrati, vero pericolo e degrado per l'Italia intera, ci colonizzano ed ogni giorno conquistano più potere,diritti,risorse.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    22 Gennaio 2012 - 14:02

    Leggo ora i commenti da poveri deficienti sinistrati di tau e di blu (dipinto di blù). Cos'è che vi rode, che la Lega con sano pragmatismo dia la carica di assessore ad un nero, peraltro già ben inserito nel tessuto sociale della comunità, mentre al sud terra di falso buonismo retorico e di vuote parole i neri li schiavizzano e li ammazzano ? Su, ditemi cosa è che vi fa rosicare, forse che così non potete più tacciare la Lega di razzismo ?

    Report

    Rispondi

  • blu521

    21 Gennaio 2012 - 19:07

    Succede solo tra gli insubri. Pure questo adesso, dopo essersi spaccati per difendere, alla Camera, un napoletano. A Bergamo (di sopra o di sotto?) ci sono falsi dentisti, dicono gli informati. Forse per pagare, i pazienti, usavano il calderolo. Ma i ministeriali di Monza che fanno? Aeroplanini di carta? Non ci sono più le ronde di una volta?

    Report

    Rispondi

  • gianko

    21 Gennaio 2012 - 16:04

    E se i falsi dentisti fossero terry? Facile smerdare il Nord, poi, more solito, si scopre che i delinquenti sono meridionali o cmq non padani, vedi clinica S.ta Rita di proprietà di un siciliano e il chirurgo killer è dell’Italia centrale - Guarda che sei tu che puoi sperare solo nel rimedio omeopatico (similia silmilibus curantur) CEREBRUM DEMENTIS alla 30 CH, la medicina ufficiale non ci può far Meticcio? Ma se in terronia ci sono passati tutti (purtroppo quelli che hanno influito di più sulla"mala razza" sono stati gli arabi “DELA .. LETE CHE TE NE” cosa c.... scrivi M.H.? studia la grammatica e la dattilografia e.. quando compri il pesce vedi di farti dare anche il fosforo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog